Caserta, in flagranza di reato: danno fuoco ad una donna

Le forze dell’ordine hanno colto in flagranza di reato due algerini clandestini in Italia. Fakir Ali Cherif, 47 anni, residente ad Afragola, Napoli, e Bach Sais Rachid, anche lui 68enne, sono stati arrestati mentre cercavano di dar fuoco alla compagna di Cherif in un appartamento di San Felice a Cancello, frazione Talanico, nel casertano. Alcuni vicini hanno allertato i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Maddaloni, in provincia di Caserta, e appena dopo aver fatto irruzione nella loro abitazione hanno visto i due uomini guardare la donna mentre veniva arsa viva tra le fiamme, sul letto.

Caserta, due algerini danno fuoco ad una donna

Dopo una serie di colluttazioni con i due uomini, i carabinieri sono riusciti a bloccarli e a salvare la donna spegnendo le fiamme grazie ad un lenzuolo. Sul posto è subito intervenuta un’ambulanza del 118 e la vittima è stata trasportata al centro grandi ustioni del Cardarelli di Napoli. La donna presenta ustioni sul 60% del corpo, si trova in prognosi riservata ma è ancora in pericolo di morte.

I due uomini sono stati arrestati e accompagnati presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE), su disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Il movente del tentato omicidio è da ricercare in futili litigi tra Kafir e la compagna. Un secondo sopralluogo nell’appartamento, invece, ha permesso di recuperare la bottiglia contenente il liquido infiammabile ed un accendino, utilizzato per compiere l’efferato gesto.