Consigliere M5s offende la vittima di Parma: “Se l’è cercata”

Sta facendo il giro del web il tweet in cui la delegata del sindaco di Civitavecchia e consigliere del M5s, Rosanna Lau, insulta la vittima del delitto avvenuto in provincia di Parma. Alessia Della Pia, quarantenne uccisa davanti al cancello di un condominio Acer, nella prima periferia di Pavia, dal suo compagno, un tunisino di 26 anni, è stata pesantemente insultata dalla consigliera che ha scritto sul suo profilo twitter, e cancellato dopo poche ore: “Se l’è cercata“.

Rosanna Lau insulta la vittima di Parma

Il web insorge contro di lei e le sue parole, e nonostante il messaggio sia stato cancellato gira ancora nella rete: “Una donna italiana quarantenne – ha scritto la delegata del sindaco – intreccia una relazione con un tunisino di 26 anni. Lui l’ammazza come un cane. Non voglio vedere il suo nome nella lista delle ‘martirì. Dire che se l’è cercata è il minimo. Se fosse sopravvissuta l’avrei insultata”.

Ricercato per aver ucciso Alessia Della Pia, ParmaL’uomo di origini nordafricane e ora in fuga e la polizia ha divulgato le sue immagini in modo da segnalarlo se qualcuno dovesse vederlo. Per l’uomo, con precedenti per spaccio, era già stato emesso lo scroso 14 settembre un ordine di espulsione dal suolo italiano da parte della questura di Ferrare, ma che mai è stato ottemperato. Ora il pregiudicato è ricercato in tutta Italia.

Ma tornando alla Rosanna Lau, consigliera M5s, non è nuova a questo tipo di opinioni personali che fanno risentire il web: quando ai Fori Imperiali furono sostituiti i sanpietrini con l’asfalto, dichiarò su Facebook “Ma impiccateli tutti a Piazza Venezia”. Un’altra volta invece apostrofò male un collega dell’opposizione dicendo: “nche: A Civitavecchia c’è la mafia che non spara, quella più subdola, quella che ha profonde radici, quella difficile da estirpare. Il 67% ha voluto il cambiamento, cittadini di tutte le forze politiche, cittadini onesti, poi c’è il 37% di persone che con la politica marcia ci hanno mangiato, ci mangiano e ci mangeranno con la forchetta d’ oro. Questi sono il vero cancro di Civitavecchia i complici”. Dopo questo tweet molti esponenti politici chiesero al sindaco di Civitavecchia di revocarla dal ruolo che ricopriva e che tutt’ora ricopre.