La Roma contestata a Trigoria con striscioni e carote

Roma contestata a Trigoria con striscioni e carote. I tifosi non hanno molto gradito le ultime prestazioni della squadra giallorossa, sconfitta in campionato dall’Atalanta e umiliata in Champions League 6 a 1 dal Barcellona e hanno manifestato questa mattina fuori dai cancelli del centro sportivo “Fulvio Bernardini”.

La Roma contesta a Trigoria con striscioni e carote

Quando stamattina i giocatori della Roma sono arrivati a Trigoria hanno trovato ad attenderli non una folla di supporters, bensì sette casse piene di carote (circa 50 Kg) e uno striscione con la scritta «Buon appetito conigli!!».
La contestazione è partita da una cinquantina di tifosi appartenenti ai gruppi organizzati, gli stessi che da settimane disertano lo stadio in segno di protesta contro la divisione della curva Sud voluta dal prefetto Franco Gabrielli. Gli ultras hanno riservato cori di scherno nei confronti dei calciatori («Mercenari»), del presidente James Pallotta ( «Ma Pallotta dove sta?») e del d.g. Mauro Baldissoni («Baldissoni Bla bla bla»).
La Roma ha provato a dialogare con i contestatori attraverso un suo incaricato che si occupa dei rapporti con i tifosi, prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. La squadra è rimasta all’interno di Trigoria e si è regolarmente allenata.

Attualmente la Roma in campionato è quarta in classifica con 27 punti dietro a Fiorentina (29), Inter (30) e alla neo capolista Napoli (31).