Meteo Italia: l’inverno sta arrivando con il gelo della Siberia

Meteo Italia: quest’anno, in tutta la penisola, si sono registrate temperature molto alte per la stagione autunnale e per i primi giorni di quella invernale. L’inverno, che fino ad ora sembrava lontano, sta per arrivare. Con il 2016 l’anticiclone europeo Monster farà posto al Burian e gli ultimi giorni del 2015 saranno anche gli ultimi di nebbie, di inquinamento pericoloso, di clima primaverile e di siccità. Il gelo proveniente dalla Siberia interesserà l’Italia nei primi giorni di gennaio e per la Befana si attendono freddo, piogge e neve.

Meteo, l'inverno sta arrivando, il gelo della Siberia colpirà l'italia

L’inverno sta arrivando anche in Italia e l’evento meteo che lo porterà si chiama Burian: caratterizzato da aria molto fredda che viene dal Polo Nord sta transitando in Scandinavia e si porterà sulla Russia, dove richiamerà aria fredda siberiana. Il gelo della Siberia si porterà sull’Europa orientale, mentre la rotta che avrà nel seguito sarà tutta da definire.
Per il momento sembra scongiurato il suo arrivo in forma massiccia in Italia, dove comunque la temperatura scenderà e ci saranno anche delle precipitazioni.
L’aria fredda si metterà in moto verso il nostro Paese fra il 30 e soprattutto il 31 dicembre. Le prime proiezioni ad alta risoluzione indicano gelate diffuse al Nord Italia e sulle regioni dell’Adriatico ad iniziare dall’ultimo dell’anno. Trattandosi di previsioni meteo, è ancora tutto da confermare.

Non è la prima volta che il Burian colpisce il Vecchio Continente, questo è già avvenuto diverse volte nel corso del Novecento: è a causa di questa corrente gelida, che di solito si limita a spirare all’interno del territorio siberiano, che alcune ondate di freddo, dovute all’irruzione conseguente dell’Anticiclone russo-siberiano in Europa, abbiano colpito duramente, nella storia, molti paesi europei, Italia compresa. Le ondate peggiori registrate si sono avute nel febbraio 1929, gennaio e febbraio 1947, febbraio 1956, gennaio 1963, gennaio 1979, marzo 1987 e dicembre 1996.
L’unica “burianata” del XXI secolo nell’Europa occidentale ha costituito l’ondata di freddo del febbraio 2012.