Milano, arrestati due poliziotti in affari con una banda di rom

A Milano sono stati arrestati dalla polizia ferroviaria due poliziotti accusati di aver garantito ad un gruppo di una ventina di rom, anche loro arrestati, di compiere furti alla stazione Centrale di Milano chiudendo un occhio in cambio di parte dei proventi dei furti. Ad incastrarli, anche dei video in cui vengono filmati mentre ritirano materiale da dei borsoni pieni di refurtiva.

Milano, arrestati due poliziotti in affari con una banda di rom

Due poliziotti sono stati arrestati dalla polizia ferroviaria alla stazione Centrale di Milano, in seguito alle indagini coordinate dal pm di Milano Antonio D’Alessio.
I due agenti sono accusati di aver protetto una banda di rom formata da una ventina di individui e aver garantito loro la tranquillità di compiere furti in stazione in cambio di parte dei proventi dei furti.
Alla banda di scippatori, secondo l’accusa, i due poliziotti corrotti ripetevano: “Se non pagate vi portiamo dentro”.
I rom, 21 in totale, si aggiravano in stazione tranquillamente alla ricerca di vittime da derubare, mentre i poliziotti, in cambio, chiudevano un occhio e non li arrestavano.
A fine giornata la banda spartiva con loro parte della refurtiva.

I due poliziotti sono ora accusati di concussione, mentre i rom arrestati, devono rispondere dell’accusa di associazione per delinquere finalizzata ad una serie di furti. Secondo l’accusa i rom sarebbero riusciti a compiere i furti alla stazione grazie, secondo l’accusa, ai due agenti compiacenti.