Muhaydin Mire l’uomo autore dell’attacco metropolitano a Londra

Ha risposto a poche domande il terrorista che sabato sera ha attacco i passeggeri della metropolitana di Leytonstone, a 10 chilometri dalla capitale inglese. L’uomo accusato di tentato omicidi dopo aver accoltellato un passante e armato anche di machete, ha 29 anni e si chiama Muhaydin Mire, ha parlato solo per fornire le sue generalità e l’indirizzo alla corte di Westminster Magistrates.

Attacco alla metropolitana di Londra

L’uomo che Mire è riuscito ad aggredire prima che intervenisse la polizia con il teaser, è un uomo di 56 anni e ha subito gravi lesioni. Non si sa ancora il suo stato attuale, ma è già stato sottoposto ad un’operazione durata più di cinque ore per ricucire la ferita di 12 cm riportata al collo.

 

 

 

Venerdì Muhaydin Mire, in custodia cautelare, dovrà presentarsi al tribunale di Londra centrale penale, l’Old Bailey, il Venerdì. Così anche la Gran Bretagna ha alzato al secondo livello la sicurezza del Paese. Anche se il pericolo non è imminente bisogna tener conto dei militanti presenti a Londra dello Stato Islamico. Soprattutto dopo che la scorsa settimana, aerei da guerra britanniche hanno aderito attacchi aerei per la prima volta contro i combattenti islamici in Siria statali.

Dopo gli attacchi rivendicati dai militanti islamici di Stato a Parigi il 13 novembre che hanno ucciso 130 persone, la polizia di Londra ha detto di aver aumentato il numero di agenti armati in grado di rispondere ad eventuali incidenti.

Il Vice capo della polizia, Adrian Hanstock ha comunicato di aver raddobbiamo il numero di agenti e pattuglie relativa alla rete metropolitana di Londra, come già successo durante l’anno scorso.