Roma, fermato turco che riprendeva il Colosseo con un drone

Ieri pomeriggio a Roma, un uomo di nazionalità turca è stato fermato dai carabinieri mentre con il suo drone stava facendo delle riprese aeree del Colosseo. L’uomo era in compagnia di altre quattro persone, anch’esse di nazionalità turca. I cinque sono stati portati in caserma per accertamenti.

Roma, fermato turco che riprendeva il Colosseo con un drone

Ieri pomeriggio nella Capitale i carabinieri di via in Selci, in abiti borghesi e in servizio di pattuglia preventiva, hanno notato in piazza del Colosseo un gruppo di stranieri dai tratti mediorientali intenti ad osservare un drone che sorvolava il famoso monumento. Uno dei cinque, un turco di 31 anni pilotava un drone quadricottero radiocomandato, munito di telecamera, che stava facendo delle riprese del Colosseo.

I carabinieri del Nucleo Investigativo hanno deciso di controllarli. Dai primi accertamenti è emerso che i cinque erano giunti in mattinata con un volo di linea dall’Olanda dove sarebbero poi rientrati in serata, sempre in aereo.A quel punto i cinque sono stati portati in caserma per accurati accertamenti sulla loro identità e provenienza. In serata, al termine delle attività di controllo, la persona che stava pilotando il drone è stata denunciata avendo violato l’articolo 1188 del codice della navigazione e il sistema a pilotaggio remoto è stato sequestrato. L’intervento dei Carabinieri di Roma si inserisce in un più ampio dispositivo messo in campo dopo l’innalzamento delle misure di sicurezza nella Capitale.