Scott Weiland: morto cantante ex Stone Temple Pilot

Scott Weiland: morto cantante ex Stone Temple Pilot e Velvet Revolver. Lutto nel mondo del rock, Scott Weiland è morto a 48 anni. Il suo corpo privo di vita è stato trovato sul tour bus su cui viaggiava mentre si trovava in Minnesota dove si trovava per suonare un concerto con la sua nuova band, i The Wildabouts: alle 9 di sera sono andati a svegliarlo, ma non rispondeva a nessuna sollecitazione.
Il primo tweet con la notizia della morte di Weiland è arrivato da Dave Navarro, chitarrista degli Jane’s Addiction che aveva scritto: “Il nostro amico Scott Weiland è morto”, per poi cancellare il post qualche minuto dopo. Weiland è stato trovato senza vita all’interno di un camper ma non sono ancora note le cause del suo decesso.
Ancora sconosciute le cause della morte.

Scott Weiland: morto cantante ex Stone Temple Pilot

Scott Weiland è nato a Santa Cruz il 27 ottobre del 1967, soffriva del disturbo bipolare, e nel corso degli anni è stato più volte arrestato per abuso di sostanze stupefacenti.
A San Diego, nel 1986 incontra il bassista Robert DeLeo ad un concerto e forma con lui la band Mighty Joe Young, alla quale si aggiungono il chitarrista Dean DeLeo, fratello di Robert, ed Eric Kretz alla batteria. Incidono il loro primo demo nel 1990, ma sono costretti a cambiare il nome della band in Stone Temple Pilots in quanto Mighty Joe Young apparteneva già ad un’altra band.
In quello stesso anno firmano un contratto con la Atlantic Records.
Nel 1992 esce il loro primo album, Core, e con il singolo Sex Type Thing diventano una delle band più influenti del genere grunge, insieme ad Alice in Chains, Soundgarden, Pearl Jam e Nirvana.

Nel 2003 Scott Weiland, Slash, Duff McKagan, Matt Sorum e Dave Kushner formano i Velvet Revolver.
Ad inizio 2008, concluso il tour di Libertad, Scott esce dal gruppo.
Nel 2014 viene scelto come cantante per il supergruppo Art of Anarchy, fondato da Ron “Bumblefoot” Thal e i fratelli Jon e Vince Votta.
Il 22 gennaio 2015, Weiland afferma che non avrebbe partecipato al tour del gruppo, per dedicarsi al nuovo album degli Wilabouts.