Vecchioni critica la Sicilia con parole pesanti, il web insorge

Vecchioni critica la Sicilia con parole pesanti, il web insorge. “Sicilia isola di merda“, questa è la frase poco elegante pronunciata dal cantautore lombardo durante un suo intervento all’Università di Palermo, dove ha partecipato ad un incontro nell’aula magna della facoltà di Ingegneria dal titolo “Mercanti di luce. Narrare la bellezza tra padri e figli“, organizzato dall’associazione Genitori e figli. La frase ha scatenato l’indignazione dei presenti all’incontro per poi spostarsi, come da consuetudine, sul web.

Vecchioni critica la Sicilia con parole pesanti, il web insorge

Roberto Vecchioni questa volta l’ha fatta grossa e il web non perdona. Nelle ultime ore piovono critiche nei confronti del cantautore e professore lombardo anche dal mondo della politica in seguito alle sue parole pronunciate all’Università di Palermo.
Vecchioni era stato invitato a parlare di cultura e, preso il microfono, si è espresso così: «Credete che sia qua soltanto per sviolinare? No, assolutamente. Arrivo dall’aeroporto, entro in città e praticamente ci sono 400 persone su 200 senza casco e in tutti i posti ci sono tre file di macchine in mezzo alla strada e si passa con fatica. Questo significa che tu non hai capito cos’è il senso dell’esistenza con gli altri. Non lo sai, non lo conosci. É inutile che ti mascheri dietro al fatto che hai il mare più bello del mondo. Non basta, sei un’isola di merda».

Parole durissime quelle di Vecchioni che anche chi non è siciliano può difficilmente digerire, ma nel suo discorso c’è soprattutto rabbia, amarezza e a testimoniarlo sono proprio le sue ultime parole: «I siciliani sono la razza più intelligente che esista al mondo e mi dà un fastidio immenso vedere che si buttano via. La Sicilia non sia all’altezza di se stessa».
Dopo una mezz’ora di invettive sono iniziate le proteste della platea e le prime file hanno cominciato a svuotarsi.
L’incontro si è concluso alle 19, è durato appena un’ora.