Whatsapp e altre chat: punto a fine frase non fa sembrare sinceri

Whatsapp. Sembra quasi una congiura contro chi, in controtendenza con il nuovo modo di scrivere, non si arrende alle abbreviazioni e da ancora importanza alla grammatica, alla punteggiatura, ma secondo uno studio, chi mette il punto a fine di una frase è meno sincero di chi non lo fa.
Secondo lo studio, in una chat, le frasi che terminano con il punto appaiono fredde, distaccate e poco sincere. Eppure scrivendo a mano la stessa frase il risultato è diverso.

Whatsapp e altre chat: punto a fine frase non fa sembrare sinceri

Nell’articolo pubblicato su Computers in Human Behavior si legge: «I messaggi di testo sono uno dei metodi di comunicazione mediati da computer (CMC) più utilizzati. Il rapido avanzamento della comunicazione testuale imita quella viz à viz, e ci porta a domandarci come fare a riprodurre nella CMC anche gli aspetti critici non-verbali della conversazione, come il tono della voce». In sostanza lo studio afferma che in un’app di messaggistica istantanea se si chiude un messaggio con un punto, dall’altra parte viene percepita come un qualcosa di sospetto.
Naturalmente, questa regola non vale anche per la normale scrittura, dove invece si evita di utilizzare il punto esclamativo per non apparire troppo retorici.
In sostanza la punteggiatura standard si modifica nelle comunicazioni digitali instantanee, si usano dei trucchi linguistici per aggirare l’ostacolo e per non dare impressioni sbagliate.

Il campione della ricerca è composta da 126 studenti universitari. La sensazione rimane invariata: meglio concludere i messaggi digitali con punti di domanda, punti esclamativi ed emoticon ma non con il punto. La messaggistica testuale non può servirsi degli indizi sociali che si usano nelle comunicazioni verbali, manca il tono di voce, l’espressione facciale e molto altro.
Quindi, quando messaggiate su WhatsApp e altre chat evitate il punto e al suo posto mettete una bella faccina che sicuramente verrà apprezzata di più ;).