Ashley Olsen, sparito il telefono: è la chiave per trovare l’assassino

Gli inquirenti sono alla ricerca del telefonino di Ashley Olsen. Nel suo cellulare potrebbe esserci la chiave utile per svelare il mistero della sua morte. Ashley è la ragazza americana trovata cadavere nel suo monolocale a Firenze, deceduta per strangolamento.

Aashley Olsen, donna uccisa a Firenze

Ritrovando il telefono gli investigatori potrebbero accedere alle app come WhatsApp e Facebook e reperire informazioni necessarie per condurli dal suo assassino. Purtroppo dai tabulati telefonici non è possibile accedere a questo tipo di conversazioni. Tuttavia pare che la ragazza americana conoscesse bene il suo assassino.

Una volta disposta l’autopsia, i primi responsi, confermano la morte per strangolamento, mentre si procede con altri esami tossicologici e tamponi per capire se prima della morte ci sia stato un rapporto sessuale. Secondo quanto riportato dall’Adnkronos, i rilievi: “Serviranno anche per un’eventuale estrazione del Dna da confrontare poi con il presunto assassino”.

Ora la polizia sta effettuando le sue indagini interrogando tutte le persone che hanno incontrato Ashley Olsen nel night club Montecarla, un locale frequentato soprattutto da stranieri, dove si era recata per passare una serata con le amiche. In quanto aal fidanzato, Federico Fiorentino, il giorno 11 gennaio è stato messo sotto torchio in Questura. Tuttavia prima del ritrovamento della morte della fidanzata, Fiorntino, ha dichiarato di non vederla da tre giorni, che avevano litigato, e preoccupato era andata a cercarla a casa; qui, con la padrona dell’appartamento, hanno fatto la macabra scoperta. Il ragazzo ha inoltre raccontato di averla trovata nuda sul letto e cercato di rianimarla e di aver chiamato subito il 118.

Ashley probabilmente è stata vittima di un omicidio d’impeto, non premeditato, maturato in una discussione degenerata poi nell’assassinio. Questa è la tesi che si sta facendo largo tra gli investigatori che stanno cercando di definire l’esatta dinamica dell’omicidio. In particolare la polizia vuole precisare se il corpo è sempre stato dove ritrovato, o se vi sia stato trascinato.