Busta verde, la prima truffa del 2016: fate attenzione!

E’ la prima truffa postale scoperta nel 2016 e la Polizia di Stato mette in guardia: attenti alla busta verde! A segnalarla è stato un gruppo sul noto social network Facebook, “Una vita da sociale”, dove molti cittadini hanno spiegato di aver ricevuto mezzo posta ordinaria una busta verde, molto simile a quelle indicano documenti di atti giudiziari.

Busta verde, truffa 2016

La missiva proviene dalla Croazia, dalla città di Pola. Scritta in due lingue, in italiano e in croato, fa intendere attraverso una serie di timbri, di un documento ufficiale che invita il destinatario a pagare una multa per eccesso di velocità. L’importo è compreso tra € 184,73 ed € 250,65. Pignoramento della vettura come pena per chi non pagherà la multa.

Ovviamente l’IBAN dove il bonifico dovrebbe essere effettuato è italiano. La Polizia dunque invita gli utenti riceventi la busta verde di non versare alcuna somma di denaro e di denunciare simili truffe alle autorità competenti.