C’è posta per te, puntata 9 gennaio 2016: la storia di Cosima e dei tre figli

C’è posta per te puntata 9 gennaio 2016: la storia, che ha commosso l’Italia, è stata quella di Cosima e dei suoi tre figli, abbandonati quando erano ancora adolescenti. Dopo vent’anni l’incontro, che ha fatto piangere anche Maria De Filippi e il pubblico a casa. Le prime parole che ha detto a Daniela sono state: “Che bella, è mia figlia”. Poi ha incontrato gli altri due figli, Gerry e Antonio dopo aver aperto la seconda busta.

C'è posta per te puntata 9 gennaio 2016
C’è posta per te puntata 9 gennaio 2016

Daniela, Antonio e Gerry sono stati i protagonisti di una delle storie più emozionanti nella prima puntata di C’è Posta per te del 2016. Hanno scritto alla trasmissione di Maria De Filippi per ben cinque anni, per incontrare la loro mamma che non vedevano da quasi vent’anni. Di lei sapevano soltanto il nome e il cognome, che aveva lasciato l’Italia per andare a vivere in Spagna, che era un cuoca. La storia di questa tre ragazzi è stata segnata dall’incidente del padre, a seguito del quale è rimasto invalido smettendo di lavorare e iniziando a bere. Era la mamma a mantenere la famiglia con il suo lavoro da cuoca.

C’è posta per te 2016: anche Maria De Filippi piange

Il padre non è mai stato “gentile” con loro, tanto che i vicini di casa si sono sentiti in dovere di chiamare gli assistenti sociali, i quali hanno deciso di portare i tre ragazzi in un istituto, dove rimangono sei mesi. Vedevano i loro genitori una volta alla settimana, ma il padre non cambiava. Dopo sei mesi decidono che sia l’Istituto di Affidamento a intervenire e i tre ragazzi vengono accolti da tre famiglie diverse. Nonostante questo Daniela, Antonio e Gerry continuano a sentirsi, perché è previsto dalla legge che rimangano sempre in contatto. Gli incontri con la madre erano fissati ogni due settimane, ma ad un certo punto sono diventati sempre più sporadici fino ad annullarsi completamente.

C'è posta
C’è posta per te 2016: anche Maria De Filippi si commuove

Andrea ha deciso di rimuovere completamente la sua difficile infanzia, perché la famiglia affidataria è riuscita a dargli tutto l’amore che cercava; Gerry, il più piccolo, non è stato così fortunato: ha cambiato diverse famiglie ma in ognuna cercava sempre l’affetto materno che gli è mancato moltissimo. La consegna della posta è avvenuta a Lloret de Mar, dove la redazione di C’è posta per te ha incontrato la signora Cosima, che ha accettato di venire in Italia per aprire la busta. Il momento dell’incontro con i figli è stato emozionante, un momento che ha commosso tutti i telespettatori incollati alla tv: non appena si è aperta la busta, Cosima ha sospirato, ha guardato intensamente Daniela e ha detto: “Che bella, è mia figlia“.

Scroscio di applausi e i pianti irrefrenabili dei tre ragazzi. A quel punto ha preso parola proprio Daniela, che ha spiegato di essere lì non per giudicarla o puntarle il dito contro, ma perché, da mamma, ha perso i momenti più importanti della sua vita. Quando Cosima ha visto le foto della nascita delle sue due nipoti ha pianto anche lei  e le ha detto: “Anche se mi accusassi, lo accetterei ugualmente, perché sei mia figlia. Ho cercato di trovarli, ma non avevo le possibilità economiche perché qualcuno mi aiutasse. E poi sono andata a lavorare in Spagna e spedivo dei soldi per i bambini al loro padre”. Quando Maria ha tolto la busta, Cosima è corsa nelle braccia della figlia, gridando “Perdonami, Daniela, perdonami“.

Cosima, dopo aver incontrato la sua primogenita, ha rivisto anche i suoi due figli, Antonio e il più piccolo Gerry. Questi, quando Maria ha aperto la seconda busta, la prima cosa che ha detto è stata: “Quanto sei bella, mamma!“. Cosima ha spiegato loro che è stato necessario a fidarli ad altre famiglie per sottrarli al loro padre. A quel punto Maria ha chiesto di togliere anche la seconda busta e alla fine Cosima è riuscita a riabbracciare anche i suoi due figli maschi, che non vedeva da quasi vent’anni.