Corea del Nord, dubbi USA sul test della bomba H

In Corea del Nord ieri è stato avvertito un terremoto di magnitudo 5.1. La scossa è stata provocata da un test nucleare che lo stesso governo di Pyongyang ha affermato di aver effettuato mercoledì. I nordcoreani sostengono di aver fatto esplodere per la prima volta una Bomba H. Secondo esperti americani che stanno analizzando la situazione, il test effettuato non riguarderebbe un ordigno termonucleare all’idrogeno.

Nord Corea, dubbi USA sul test della bomba H

Il test nucleare effettuato dalla Corea del Nord, ha attirato su di sé la condanna unanime della comunità internazionale. Sicuramente i più preoccupati sono i Paesi più vicini, dalla Corea del Sud al Giappone, ma anche gli Stati Uniti, l’Unione europea, la Russia hanno parlato di “minaccia per la sicurezza globale“. Convocato d’urgenza il Consiglio di sicurezza dell’Onu che si dice pronto al varo di nuove sanzioni. Significativa anche la contrarietà della Cina, principale alleato di Pyongyang, che ha manifestato la propria contrarietà invitando la Corea del Nord a rispettare l’impegno della denuclearizzazione.

Questo è il quarto esperimento nucleare per il regime di Kim Jong-Un, ma quest’ultimo appare il più preoccupante perché la bomba H è molto più potente di una normale bomba atomica.
Anche se, secondo alcuni esperti della Casa Bianca, dalle prime analisi pare che l’ordigno fatto esplodere dalla Corea del Nord, non sia stata una bomba termonucleare. Gli esperti americani continuano a studiare la situazione. Il portavoce della Casa Bianca Josh Earnest ha spiegato che “non si è verificato nulla nelle ultime 24 ore che possa cambiare la nostra valutazione delle capacità nucleari della Corea del Nord“. Però quella della Corea del Nord è un atto altamente provocatorio, ha dichiarato il segretario di Stato americano, John Kerry.
In ogni caso ci vorranno settimane prima che gli Usa e le altre potenze occidentali riescano a verificare quali test siano stati realmente condotti.