Donna colta da malore viene divorata dai cani dopo il decesso

Una donna di origine tedesca, Cristina Di Caterina, 70 anni, è stata trovata morta, probabilmente a causa di un malore, in una cava a San Marco D’Alunzio in provincia di Messina. I carabinieri che oggi si sono recati sul posto hanno trovato solo i resti del cadavere. Dopo la morte, la donna è stata divorata dai cani randagi che da qualche tempo aveva con sé.  É stato un dipendente della cava, stamani, ad accorgersi di quanto era accaduto. Quando i carabinieri sono arrivati hanno dovuto far intervenire anche il servizio veterinario dell’Asl di Sant’Agata, data l’aggressività degli animali.

Donna colta da malore viene divorata dai cani dopo il decesso

Cristina di Caterina era una donna tedesca di settant’anni che viveva in una casa vicino ad una cava di estrazione, al confine tra Torrenova e San Marco d’Alunzio. Del suo corpo c’era ben poco: morta probabilmente a causa di un malore, il suo corpo è stato in seguito mangiato dai cani randagi che da tempo le facevano compagnia, che hanno lasciato solo qualche osso come traccia dell’accaduto.
I carabinieri della stazione di San Marco d’Alunzio che si sono recati sul posto, avvertiti da un dipendente della cava, hanno dovuto affrontare i cani che, vivendo allo stato brado, era diventati molto aggressivi, riconoscendo i militari come invasori del loro territorio.

Era più di una settimana che di Cristina, che viveva da sola, non si avevano notizie. Quando i carabinieri sono arrivati hanno dovuto far intervenire anche il servizio veterinario dell’Asl di Sant’Agata, data l’aggressività degli animali. Soltanto dopo, quando i medici hanno sedato i cani, i militari sono riusciti ad entrare nell’abitazione della donna. Quel che rimaneva della donna, pochissimo, giaceva lì. Secondo quanto ricostruito, la signora sarebbe morta da qualche giorno, forse per un malore. Poi il suo corpo sarebbe stato straziato da quei cani randagi che vivevano con lei. Sul caso adesso indagano i carabinieri della Stazione locale.