Addio a Franco Citti, il ragazzo di borgata scoperto da Pasolini

Franco Citti è stato uno dei volti simbolo del cinema di Pier Paolo Pasolini, morto nella sua Roma a 80 anni, dopo una lunga malattia. A dare la notizia è stato l’attore e amico Ninetto Davoli, anche lui fra gli interpreti prediletti dal regista bolognese. Autentico ragazzo di borgata, fu scoperto da Pasolini che lo scelse per impersonare nel 1961 Vittorio Cataldi nel suo primo film “Accattone“.
Citti era nato a Fiumicino il 23 aprile del 1935.

Addio a Franco Citti, il ragazzo di borgata scoperto da Pasolini

Franco Citti diventò uno dei volti simbolo del cinema di Pasolini, recitando anche in altri film come Mamma Roma, Porcile e il Decameron. Come attore è stato diretto anche dal fratello Sergio, a partire da Ostia (1970), quindi Storie scellerate (1973), Casotto (1977) e Il minestrone (1981). In teatro ha recitato con Carmelo Bene. Francis Ford Coppola lo volle per Il padrino, Elio Petri per Todo modo, Bernardo Bertolucci per La luna. Nella sua lunga carriera ha recitato anche in polizieschi  come Roma: l’altra faccia della violenza, la satira fantascientifica, Ciao marziano firmata Pingitore e l’horror, Il gatto dagli occhi di giada.

L’incontro con Pasolini avvenne in una pizzeria di Torpignattara, il fratello Sergio fece da tramite. “Piacere, Pasolini”. “Io so’ Franco”, come ricordò lui stesso nel libro Vita di un ragazzo di vita scritto nel 1992 con il giornalista Claudio Valentini. “Lui scoprì grazie a noi la libertà del pallone per strada. Veniva dal mondo degli intellettuali, quelli con la cravatta. Difficile giocare a pallone con la cravatta. Lui se l’è tolta e ha giocato con noi. Siamo stati il suo rifugio“.
Franco Citti non aveva mai creduto che il colpevole della morte di Pier Paolo Pasolini fosse Giuseppe Pelosi. “È assolutamente escluso che sia stato Pelosi. Lì c’è un chilometro quadrato di strage. È stato massacrato, e una sola persona non riesce a fare quelle cose. Ci sono troppe cose oscure, dietro. Anche politiche, naturalmente“.