La sindrome da vibrazione fantasma colpisce 9 persone su 10

La sindrome da vibrazione fantasma è sentire il telefonino vibrare per poi accorgersi che sul display non è presente alcuna chiamata o messaggio. Un’esperienza che sicuramente sarà capitata a tutti i possessori di un cellulare. Un fenomeno studiato e spiegato dai ricercatori della Georgia Institute of Technology, pubblicato sulla rivista Computers in Human Behaviour, sintomo di una crescente dipendenza degli uomini dalla tecnologia mobile. Negli Stati Uniti colpisce 9 persone su 10.

Si percepiscono e scambiano come vibrazioni del cellulare quelli che in realtà sono i piccoli e frequenti spasmi muscolari”, spiega Robert Rosenberger, autore dello studio. ”É sorprendente quante persone ne soffrano. Un recente studio condotto tra studenti universitari – continua – ha segnalato che il 90% di loro dice di provare queste vibrazioni fantasma, anche se la cosa non sembra irritarli”. Quali sono le cause di un fenomeno così diffuso? ”Ci sono due teorie – conclude – Una è che la tecnologia sta modificando il nostro cervello, l’altra è che siamo semplicemente ansiosi. Tutti questi diversi tipi di tecnologie, tra cui email e messaggi finiscono per rendere nervosi e irritabili per il dover rispondere a messaggi e posta”.

Secondo gli scienziati alla base del fenomeno c’è la convinzione che il telefono in tasca venga considerato, come gli occhiali, un prolungamento del corpo “che ci si dimentica di indossare“.
La spiegazione alla vibrazione fantasma sarebbe quindi secondo Rosenberger da ricercare nella “naturale ossessività umana, che porta ad esempio le persone a controllare in continuazione la strada per capire se un amico sta arrivando o il pendolare a sforzarsi di sentire l’arrivo della metropolitana“.