La maxi bufera Jones terrorizza gli Stati Uniti, 7mila voli cancellati

La costa orientale degli Stati Uniti è alla prese con la maxi bufera Jonas, che coinvolge ventidue stati per un totale di 85 milioni di persone. Si stanno verificando numerosi incidenti stradali a causa del ghiaccio. Presi d’assalto supermercati e centri commerciali per le scorte. Per i disagi, cancellati circa 7 mila i voli.

La maxi bufera Jones terrorizza gli Stati Uniti, 7mila voli cancellati

La maxi bufera Jones, che sta interessando la east coast degli Stati Uniti,  durerà almeno 36 ore e lascerà tra i 30 e i 70 centimetri di neve sul terreno, con venti fino a 96 chilometri all’ora. La neve sta cadendo senza sosta e secondo le previsioni meteo, l’apice della tempesta sarà tra le 01:00 e le 13:00 (ora locale) di oggi. Venti forti.
Purtroppo ci sono già le prime vittime. È stato dichiarato lo stato di emergenza in dieci stati: Georgia, Tennessee, Pennsylvania, Maryland, Kentucky, Nord Carolina, New Jersey, New York, Virginia e West Virginia. Secondo il Servizio metereologico nazionale, a Washington sono previsti fino a 76 centimetri di neve da qui a domenica, quando è previsto il picco della tempesta.

Rimanete al sicuro“, ha ‘twittato’ il servizio meteo nazionale a Baltimora/D.C.
A New York il sindaco, Bill de Blasio, ha chiesto ai cittadini di restare in casa per tutto il weekend fino a quando le autorità non avranno pulito le strade dalla neve.
Muriel Bowser, il sindaco della capitale Washington, ha avvertito che si tratta di una questione di “vita o di morte” che le autorità si trovano ad affrontare come una questione di “sicurezza nazionale“.
I media americani hanno riferito che in Virginia sono stati registrati nella notte un migliaio di incidenti stradali.