L’ex dei Power Rangers Ricardo Medina jr accusato di omicidio

L’ex componente dei Power Rangers Ricardo Medina jr è finito in carcere con l’accusa di omicidio. Le vicende giudiziare dell’attore californiano di origine portoricana sono iniziate un anno fa, quando il primo febbraio 2015 è stato arrestato con l’accusa di aver colpito a morte un suo compagno di stanza con una spada da samurai. Rilasciato quasi subito, è stato di nuovo arrestato questo gennaio. Rischia quasi trent’anni di carcere.

L'ex Power Ranger Ricardo Medina jr accusato di omicidio

Ricardo Medina Jr è conosciuto principalmente dal pubblico per aver interpretato il ruolo di Cole Evans, il “Red Ranger“, nella serie televisiva statunitense Power Rangers: Wild Force e per il ruolo di Deker in “Power Rangers Samurai” nel 2011.
Dopo un anno di indagini, è stato tratto nuovamente in arresto il 14 gennaio 2016 e accusato formalmente per l’omicidio del 35enne Joshua Sutter, suo coinquilino, pugnalato più volte nella loro casa di Green Valley, California. Secondo quanto riferisce “US Magazine” sarà chiamato a comparire presso la corte superiore della contea di Los Angeles martedì 19 Gennaio e la procura chiederà che la cauzione venga fissata a 1 milione di dollari.

Secondo gli investigatori, all’epoca dei fatti, Medina e Sutter avevano avuto una discussione in una rissa. L’attore si è poi ritirato nella sua camera da letto con la fidanzata. Sutter è però entrato con la forza nella stanza e a quel punto Medina ha preso una spada che teneva accanto alla porta e ha colpito la vittima all’addome. Lo stesso Ricardo Medina Jr ha quindi chiamato e atteso i soccorsi. Sutter è morto poco dopo il suo arrivo in ospedale.
La vicenda è ancora tutta da chiarire, perché l’azione di Mediana potrebbe essere interpretata come una legittima difesa, dipende da quale fosse il reale atteggiamento di Sutter (che pare non fosse armato) al momento della lite, visto che è entrato con la forza nella camera dell’attore.