Telecom Italia addio, resta solo Tim con un nuovo logo

Telecom Italia addio, resta solo Tim, con un nuovo logo e una nuova sede. Sostituito il vecchio marchio, che resterà solo dal punto di vista societario. La presentazione è avvenuta ieri nel Salone delle Fontane all’Eur, con i vertici della società, il presidente Giuseppe Recchi e l’amministratore delegato Marco Patuano. Presente anche l’inventore del World wide web Tim Berners-Lee. Intanto la sede dell’azienda a Roma occuperà le Torri dell’Eur.

Un’icona rossa che rappresenta una T e il nome Tim in bianco su fondo blu. Questo è il nuovo logo che caratterizzerà tutte le offerte del gruppo: il nome Telecom Italia resta infatti solo da un punto di vista societario. Il nuovo logo è stato presentato dall’ad Marco Patuano, che ha parlato di “un’operazione di sintesi che riflette un fenomeno concreto: la convergenza fisso-mobile abilitata da Internet, dai nuovi device, dalla tecnologia e dalle piattaforme digitali. Saremo il meglio di Tim e di Telecom Italia“.Messo a punto anche un piano industriale che arriverà a febbraio con investimenti in aumento: gli obiettivi già fissati per la banda ultralarga “saranno presumibilmente un pochettino superiori grazie alle efficienze in altre aree“. Gli obiettivi attualmente previsti per il 2017 sono una copertura del 75% con la fibra e del 95% con l’Lte.

Parte integrante del progetto di evoluzione del marchio è anche la nuova sede centrale della società, che sorgerà a Roma dal recupero delle Torri realizzate nel quartiere dell’Eur negli anni Cinquanta dall’architetto Cesare Ligini. La nuova sede sarà pronta tra fine 2016 e inizio 2017. L’annuncio è stato fatto dall’ad Marco Patuano alla presentazione del progetto. In generale per i progetti immobiliari, ha spiegato Patuano, Telecom investirà “400 milioni in dieci città in due-tre anni“. La nuova sede generale di Telecom Italia all’Eur “sarà uno degli edifici a minor impatto ambientale in Europa” ha concluso l’ad.