Usa, fuggitivo vanitoso invia selfie alla polizia: “Usate questa”

Donald A “Chip” Pugh passerà alla storia come il fuggitivo vanitoso. Il 45enne di Lima (Ohio) fermato per guida in stato di ebbrezza è coinvolto anche in altri casi, inclusi incendio doloso e vandalismo. Contro di lui è stato spiccato un mandato di arresto per mancata comparizione ed è dunque stata diffusa una sua foto segnaletica. La foto diffusa dalla polizia per cercare di agguantarlo però non gli è piaciuta. Così ha pensato di scattarsi un selfie, con tanto di giacca e occhiali alla moda, ed inviarlo al commissariato.

Usa, fuggitivo vanitoso invia un selfie alla polizia

Questa è una foto migliore di quella diffusa, che è terribile” ha scritto sopra allo scatto, chiedendo alla polizia di sostituirla. Ricercato per non essersi presentato in tribunale e per diversi reati, Donald è stato presto “accontentato” dagli agenti. Su Facebook la polizia, insieme alle immagini segnaletiche precedenti, ha pubblicato anche la nuova foto: “Questo scatto ci è stato inviato dal signor Pugh in persona. Lo ringraziamo per essere utile, ma ora gli  saremmo grati se volesse venire a parlare con noi riguardo alle sue accuse“.

La notizia è stata ripresa da molti media, non per la pericolosità del soggetto, ma per la sua bizzarria e così, proprio grazie ai social, la polizia di Lima è venuta a sapere che Donald Chip Pugh è stato arrestato dallo sceriffo della contea di Escambia, in Florida. Nell’annuncio della cattura di Donald, lo sceriffo ha colto anche l’occasione per prendere in giro l’ex fuggiasco: “forse il selfie ha aiutato la gente a identificarti meglio“. E su twitter ha lanciato anche l’hashtag: #‎thanksfortheselfie‬ (grazie per il selfie).
I poliziotti di Lima si sono anche un po’ dispiaciuti per non aver avuto la soddisfazione di prenderlo e hanno detto: “Pazienza, aspetteremo il nostro turno“.