Napoli: il mercato immobiliare dà segni di ripresa

Mercato immobiliare Napoli 2106 – Nel I semestre 2015, secondo quanto emerge dalle rilevazioni dell’Ufficio Studi Gabetti, presso le agenzie Gabetti, Professionecasa e Grimaldi, il capoluogo napoletano ha confermato segnali positivi per il mercato residenziale. La discesa delle quotazioni, -2,9% nel I semestre dell’anno, rispetto al II semestre 2014, unitamente alla riattivazione del circuito del credito, sta dando stimolo al mercato: secondo i dati dell’Agenzia del Territorio, si sono realizzate 2.764 transazioni residenziali nel primo semestre 2015, +2% rispetto allo stesso periodo del 2014.

Napoli Mercato immobiliare 2016

Un altro dato positivo, che contribuisce al maggiore dinamismo di mercato, è relativo alle tempistichemedie di vendita. Secondo quanto emerge dalle agenzie Gabetti, Professionecasa e Grimaldi, i tempi medi, nel I semestre 2015, si sono attestati su una media di 5-6 mesi, in diminuzione rispetto al semestre precedente. In tale contesto si riscontra una variabilità a livello delle specifiche zone, per cui, secondo quanto segnalato dagli agenti, cominciano ad avere una maggiore incidenza i casi in cui si ritorna a chiudere trattative anche in 4 mesi. Dall’altro i tempi di vendita rimangono lunghi nei casi in cui i prezzi non sono stati riallineati e per le soluzioni di scarso appeal a livello di contesto, affacci, piano e caratteristiche intrinseche. Gli sconti in sede di chiusura delle trattative, nel I semestre 2015, sono stati mediamente intorno al 15%, con forte variabilità a seconda del rapporto qualità/prezzo delle specifiche soluzioni immobiliari.

Il mercato del capoluogo ha visto complessivamente nel 1° semestre 2015 quotazioni in diminuzione, con una variazione del -2,9%. Complessivamente si conferma una maggiore tenuta delle zone centrali e semicentrali, mentre riscontra maggiori difficoltà l’offerta di minore livello qualitativo, nelle location più periferiche. Per quanto riguarda l’andamento delle specifiche aree, nel primo semestre 2015, le zone di pregio, quali Chiaia  ha mostrato quotazioni complessivamente stabili rispetto al semestre precedente, mentre si sono registrate lievi diminuzioni a Posillipo. A Posillipo siamo intorno ai 5.900 € al mq per il signorile usato in buone condizioni e a 6.400 € al mq per il ristrutturato a nuovo; per gli immobili di pregio situati nelle zone top si raggiungono invece quotazioni intorno agli 8.000 € al mq. In zona Chiaia si riscontra una forte variabilità a seconda delle specifiche location e tipologie immobiliari: per le soluzioni medie usate siamo intorno ai 4.500 € al mq, che arrivano a circa 4.900 € al mq in caso di immobili signorili. Nelle zone top, tra cui si segnalano via Via Dei Mille, Via Caracciolo, Via Partenope per il nuovo/ristrutturato siamo tra i 6.500 e i 8.500 € al mq, mentre per le soluzioni da ristrutturare siamo tra i 5.000 e i 6.500€ al mq.Al Vomero si mantiene una buona domanda; sono apprezzate soprattutto l’Isola pedonale di via Scarlatti e la zona San Martino – Vomero (5.800 € al mq per il medio in buono stato e 6.000 € al mq per il signorile). In zona Arenella si riscontra sia domanda di tagli medio grandi come prima abitazione, sia di tagli piccoli come investimento. Le quotazioni hanno mostrato lievi diminuzioni per l’usato in buone condizioni, che, a seconda delle tipologie, si attesta tra i  3.300 e i 3.800 €  al mq. Le zone di maggiore interesse sono quelle di Piazza Medaglie d’Oro e quella compresa tra via Pietro Castellino e Via Domenico Fontana.Nella macro zona Centro storico si sono registrati valori complessivamente in diminuzione. Le quotazioni rimangono comunque molto differenziate a seconda delle specifiche micro zone: abbiamo valori superiori in zona Decumani- Duomo e Corso Umberto, intorno ai 2.800-3.000 €/mq per l’usato medio in buone condizioni, che salgono a 3.150-3.200 in caso di immobili signorili. Siamo invece intorno ai 2.300 € al mq per l’usato medio in buono stato in zona Foria, a 2.000 € al mq in zona Orefici,  mentre in zona Mercato, Porta Capuana e Pietro Colletta siamo a 1.600 € al mq.In zona Toledo – Montesanto si riscontra una buona richiesta in zona Toledo, che ha quotazioni intorno ai 4.000 € al mq, per l’usato medio in buone condizioni e di 4.500€ al mq per il signorile in buono stato.

Gli immobili signorili ristrutturati a nuovo hanno invece quotazioni intorno ai 4.900 € al mq, a seconda del caso specifico. In tale contesto sono particolarmente richieste le vie adiacenti a via Toledo, sia in ottica di prima abitazione sia di investimento. In diminuzione invece le quotazioni degli immobili di tipologia economica, nella stessa zona, che si attestano intorno ai 3.000 € al mq per l’usato in buono stato.Come commenta Moreno Pistone, titolare dell’Agenzia Grimaldi Napoli Museo:

“Nel primo semestre del 2015 abbiamo registrato un volume di compravendite in crescita rispetto al semestre precedente, in un contesto dove anche l’offerta di immobili sul mercato è aumentata. La domanda ha registrato variazioni positive soprattutto nelle adiacenze di Via Toledo e del centro storico. La tipologia maggiormente richiesta è il trilocale in buono stato per un budget di spesa medio di circa 250-300.000 €. Le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti sono state la presenza dell’ascensore ed una forte preferenza per le unità poste dal  2° piano in su. I tempi medi di vendita si sono attestati intorno ai 4-6 mesi, mentre gli sconti medi in chiusura delle trattative sono stati del 10%”.

In zona Municipio il signorile in buono stato ha valori intorno ai 3.700€ al mq, mentre siamo a 4.000 € al mq nel caso di immobili signorili ristrutturati a nuovo. Nella stessa zona il medio in buono stato si attesta intorno ai 3.300 € al mq. Siamo intorno ai 1.650 -1.800€ al mq per l’usato medio in buono stato rispettivamente in zona Montesanto e Concordia Cariati; 2.000 € al mq in Pignasecca e 2.300 € al mq in Montecalvario.In zona Arenaccia, per l’usato medio in buono stato siamo a 1.800 € al mq, mentre si sale a 2.700 €al mq per le soluzioni signorili.In zona Carlo III – Ponti Rossi per l’usato in buone condizioni abbiamo quotazioni variabili tra i 1.500 e i 2.300 € al mq a seconda delle specifiche tipologie.Come commenta Massimo Martino, titolare dell’Agenzia Gabetti Napoli Carlo III:

“Nel primo semestre del 2015 abbiamo registrato un volume di compravendite in aumento rispetto al semestre precedente, in un contesto dove l’offerta è rimasta sostanzialmente stabile. La tipologia maggiormente richiesta è stata il bilocale per un budget di spesa medio di circa 100-130.000 €. I tempi medi di vendita si sono attestati intorno ai 3-4 mesi, mentre gli sconti medi in chiusura delle trattative sono stati del 10%”. 

In zona Fuorigrotta si sono registrate quotazioni in diminuzione, che si attestano intorno ai 2.500 € al mq per l’usato medio in buone condizioni. Siamo invece a 2.000€ al mq per la stessa tipologia a Soccavo e a 1.450€ al mq in zona Pianura.Come commenta Gianluca Petricciuolo, titolare dell’Agenzia Professionecasa Napoli Fuorigrotta:

“Nel primo semestre del 2015 abbiamo registrato un volume di compravendite in crescita rispetto al semestre precedente. La domanda ha registrato variazioni positive soprattutto nelle adiacenze di Viale Augusto e Via Consalvo. Le tipologie maggiormente richieste sono i bilocali e trilocali per un budget di spesa medio rispettivamente di circa 140.000 € e 200.000 €. Le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti sono state la presenza del posto auto e del terrazzo. I tempi medi di vendita si sono attestati intorno ai 3 mesi, mentre gli sconti medi in chiusura delle trattative sono stati del 10-15%”.

A Secondigliano si riscontra un’ampia variabilità in base alle specifiche zone, in un contesto di quotazioni in diminuzione. In particolare le soluzioni usate in buono stato di tipologia media si attestano intorno ai 1.100 € al mq con  quotazioni più elevate in rione Kennedy.

Il presente è un comunicato stampa