Violentato con un compressore: arrestato proprietario dell’autolavaggio

Arresti importanti nel napoletano. Tutti ricorderanno la brutalissima vicenda del ragazzino violentata a Pianura, quartiere di Napoli, con un compressore di un autolavaggio e gli arresti sono legati proprio a questo esercizio.

Blitz, pianura arrestati: blitz antidroga crontro la camorra

Un blitz ha permesso alle forze dell’ordine di Napoli di arrestare 20 persone connesse al clan “la paranza dei bambini”, costituita da gruppi di giovanissimi infiltrati nella criminalità organizzata e ritenuti contigui a diverse famiglie cammorristiche: Sibillo, Giuliano, Brunetti e Amirante.

L’operazione eseguito dalla Squadra Mobile di Napoli, coordinata dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e dalla Direzione Centrale per i Sevizi Antidroga, ha permesso anche l’arresto di Salvatore Luongo, il proprietario dell’autolavaggio di Pianura dove il 7 ottobre del 2014 venne violentato quel bambino con il compressore. Al giovane furono inferte delle ferite così profonde all’intestino che rischiò la vita. I colpevoli furono identificati in tre ragazzi di 24 anni.

 

Con l’operazione “Car Wash” si è dunque arrivati ad arrestare il maggiore fornitore di droga della zona per smantellare quella che è una delle piazze di spiaccio più fruttuose delle famiglie cammoristiche della zona di Pianura.