Carlotta Benusiglio: la stilista di Milano non è morta suicida

La stilista Carlotta Benusiglio non è morta suicida a MilanoNon è stato un suicidio. Ne è certa la sorella della stilista che è stata trovata impiccata ad un albero dei giardini di piazza Napoli, a Milano, all’alba di martedì 31 maggio.

La stilista milanese aveva 37 anni e tutta la famiglia, e anche gli inquirenti, nutrono seri dubbi circa la pista del suicidio. Carlotta Benusiglio non si sarebbe mai tolta la vita, e un’altra pista da seguire c’è, visto che nei mesi scorsi era finita più volte al Pronto Soccorso a causa delle violenze subito, pare dal suo fidanzato.

La sorella della vittima: “Non credo assolutamente che mia sorella si sia suicidata. Non lo avrebbe mai fatto e soprattutto, vista la riservatezza, mai a due passi da casa, usando un albero in una piazza” dice Giorgia Benusiglio, 33 anni e autrice del libro “Vuoi trasgredire? Non farti!‘” dedicato alla prevenzione giovanile contro l’uso di stupefacenti. “Per assurdo – continua –  avrebbe potuto farlo usando il soppalco. Io e la mia famiglia vogliamo la verità. Del fidanzato non voglio parlare, noi eravamo contrari per precisi motivi alla relazione“.
Giorgia, la sorella della vittima di nome Carlotta, da quanto si evince dal suo libro, era già nota per aver rischiato la vita dopo aver ingerito mezza pastiglia di ecstasy quando era appena un’adolescente.

Giorgia aggiunge inoltre che la sorella stava bene: “Era serena. L’ultima che l’ha sentita è stata mia madre, lunedì alle 11 di sera. Si sarebbero dovute vedere per mangiare a pranzo proprio martedì. E una madre sente se la figlia sta bene o no“.

Le denunce. Come riporta La Stampa, Giorgia non vuole parlare del fidanzato di sua sorella ma allo stesso tempo dichiara: “Ci sono le indagini in corso, la casa di mia sorella è sotto sequestro. Lei lo aveva denunciato diverse volte per violenze. Ma di più non chiedetemi. Ringrazio il magistrato e gli investigatori della polizia per tutto quello che stanno facendo“.

 

Il cadavere di Carlotta è stato trovato da un passante. Impiccata ad un albero, con una sciarpa al collo. La famiglia Benusiglio, intanto, ha nominato un consulente per l’autopsia che si svolgerà sul corpo della vittima proprio oggi, 3 giugno.