Caso Yara Gambirasio: Bossetti prepara “dichiarazioni spontanee”

Massimo Bossetti, dichiarazioni spontaneeVenerdì primo luglio è prevista la sentenza sul caso Yara Gambirasio, la ragazzina trovata morta 3 mesi dopo la sua scomparsa nel 2011 in un campo aperto a Chignolo d’Isola. L’unico indagato per questo delitto è Massimo Bossetti, attualmente in carcere, e oggi ai microfoni della trasmissione “Legge o giustizia” ha parlato il suo avvocato, Matteo Torrioli, su Radio Cusano Campus.

L’uomo, in carcere avrebbe preparato delle dichiarazioni spontanee, dice il suo avvocato: “Dichiarazioni spontanee di Bossetti? Non so cosa dirà, so che stava preparando le dichiarazioni, le stava scrivendo, è giusto che lo faccia da solo. Io le leggerò, ma è giusto che non intervenga perché sono dichiarazioni personali, come sempre parlerà con il cuore e sarà convincente, come lo è stato con noi“.

Il legale di Bossetti chiede ovviamente assoluzione, mentre l’accusa la condanna all’ergastolo. Intanto il processo si svolgerà a porte chiuse, senza nessuna telecamera. I giudici della Corte d’Assise hanno accolto la richiesta del pm Letizia Ruggeri di dire “no” alle telecamere in aula durante la lettura della sentenza.