Bill Cosby de “I Robinson”: l’attore ha le ore contate?

Bill Cosby Robinsom, il processo per violenza sessualeBill Cosby, l’ex capofamiglia della serie tv “I Robison” che ha avuto un successo mondiale, pare abbia le ore contante. 10 donne si sono unite per denunciare i suoi abusi sessuali.

Ma una in particolare, Andrea Costand, è riuscita a raggruppare le prove che lo inchioderebbero. Il processo contro l’attore di Philadelphia, si sta tenendo in queste ore. Andrea è l’unica ad aver ricevuto l’assistenza legale per inchiodare l’attore anche se sono ben 10 le donne che hanno sporto denuncia

Andrea Costand e Bill Cosby si incontrarono per la prima volta nel 2004, lei era una giocatrice di basket nella Temple University di Philadelphia. Lei stimava Bill e accettò l’invito a casa dell’attore per parlare di una futura collaborazione ma quello che le accadde fu terribile.

Quella sera si trasformò in una brutale violenza sessuale. Andrea è stata in grado di ricostruire tutto grazie all’assistenza psicoterapeutica. Quella sera fu drogata e insieme a Bill c’erano anche altre persone che avrebbero potuto abusare di lei.

Dopo la violenza Andrea ha sofferto di attacchi d’ansia e una forte depressione. Abbandonò il basket e si chiuse in se stessa, ma la psicoterapia è riuscita a fare ordine nella sua vita e soprattutto a ricomporrei pezzi del puzzle.

Quella notte ad Elkins Park, in Pennsylvania, dopo un bicchiere di vino ad Andrea incominciò a girare la testa. Bill Cosby le offrì tre pillole blu, lei pensava fossero a base di marijuana, ma non era così e dopo 20 minuti la ragazza incominciò a perdere i sensi:

Gli dissi “Non riesco più a parlare, signor Cosby!”. Ma lui andò avanti mentre io avevo perso ogni senso del luogo e del tempo in cui mi trovassi, ero consapevole della mia incoscienza, ero paralizzata, stordita e non riuscivo a tenere gli occhi aperti. “Ho intenzione di farti rilassare” – mi disse e all’improvviso lo sentii dietro di me con le sue mani nei miei pantaloni, nella mia vagina e sui miei seni. Mi costrinse a toccare il suo pene, vidi le sue mani prendere le mie e portarle in quel punto. Poi il buio.

Il giorno dopo Cosby, in accappatoio, le offrì un muffin, e poi le chiamò un taxi. Da quel momento la vita di Andrea cambiò radicalmente e solo dopo un lungo percorso psicoterapeutico è riuscita a ricostruire tutto tutti i momenti di quella sera che le hanno permesso di accumulare le prove per denunciare Bill Cosby.