Estate 2016, allarme meduse nel Mediterraneo: ecco i motivi

Dopo un inverno particolarmente piovoso e il caldo torrido di questi giorni purtroppo c’è un altro motivo che potrebbe rovinare la nostra estate. Oltre alle spiagge violentate da file di ombrelloni, e sempre super affollate, dove i responsabili dei lidi pensano solo al guadagno e non al benessere dei bagnanti, anche il mare ora può giocare brutti scherzi con le meduse.

Estate 2016, allarme meduse nel Mediterraneo

La cosa che si teme di più sono le “invasioni delle meduse” nel mediterraneo. Se le condizioni climatiche continueranno a mantenersi tali c’è il rischio che ciò avvenga. A lanciare l’allarme è un gruppo di 250 ricercatori che si sono riuniti a Madrid per parlare del problema.

Estate 2016, allarme invasioni meduse nel mediterraneo

Il fenomeno nel gergo tecnico è definito “sciamo fitti di meduse” e potrebbe verificarsi se nel Mediterraneo se le correnti e i venti resteranno costanti. Tuttavia anche il surriscaldamento delle acque è complice del proliferarsi di questi animali appartenenti al gruppo dei celenterati.

Tuttavia ci sono comportamenti specifici che portano le meduse nei nostri mari dal Mar Rosso: si tratta dei water ballast delle navi (serbatoi che servono per stabilizzare l’assetto della nave). L’acqua che caricano queste navi sono piene di meduse e poi viene sversata direttamente nel Mar Rosso.