George Clooney e Amal Almuddin, un matrimonio di copertura

Il matrimonio con la prestigiosa Amal Almuddin ha fatto storcere il naso a mezza Hollywood. Un matrimonio “sopra le righe” per un tipo come George Clooney, noto come intraprendente latin lover in grado di conquistare le donne più belle del jet set.

George Clooney e Amal, matrimonio di copertura

E proprio questo matrimonio, secondo la pubblicazione di un’autobiografia non autorizzata, servirebbe a George Clooney non solo a coprire la sua reale natura omosessuale, ma anche per concorrere alla candidatura come presidente degli Stati Uniti d’America, non a caso il look di Amal già sembra quello di una First Lady.

A pubblicare in anteprima, alcuni passi di questa autobiografia è il settimanale Chi con clamorose anticipazioni dal libro che è appena uscito in Francia dal titolo: “George Clooney: une ambition secrèete” (George Clooney, un’ambizione segreta).

Il matrimonio con Amal dunque serve all’attore e regista americano a concorrere al posto nella Casa Bianca a partire dal 2018, ma in realtà è anche un’arma a doppio taglio. Il matrimonio in se, serve a Clooney per coprire le sue relazioni con altri uomini. Infatti il gossip gli ha sempre attribuito una relazione con Waldo Sanchez, il parrucchiere biondo che per venti anni lo ha affiancato.

A firmare l’autobiografia non autorizzata sono due giornaliste: Maëlle Brun e Amelle Zaïd. Le vicende sono raccontate con dovizie di particolari e tratte da fonti illustri anche se sono le prime, a specificare, che si trattano di indizi e non di prove concrete, anche se a pensarci bene, i grandi assenti al loro matrimonio furono Brad Pitt e Angelina Jolie. Vuoi che la difesa della verità e della trasparenza adottata dalla famiglia Bradangelina non abbia voluto nulla a che fare con un matrimonio di copertura che nascondeva un doppio fine?