Asilo nido di Bicocca, arrestata educatrice: “questo è il mio metodo”

Quello che accadeva nell’asilo nido della Bicocca è sulla bocca di tutti. Un’insegnante che maltrattava i suoi alunni è stata arrestata. Convalidato l’arresto anche per il titolare del “Baby World”. Il giudice Stefania Pepe ha convalidato l’arresto in attesa del processo, anche se ha pensato che per il titolare dell’asilo Enrico Pirotti, 35 anni, sia sufficiente un anno di divieto dal suo asilo. Queste sono le sue parole:

Io dico solo che ho trascorso quattro giorni in carcere, ma ora sono libero: ci sarà un perché. Non voglio dichiarare null’altro tanto la verità e tutto il resto verranno a galla.

Asilo nido di Bicocca, arrestata educatrice: "questo è il mio metodo"

La sua compagna, invece, Milena Ceres, 34 anni, resta ai domiciliari che per Piroddi è “anche troppo“. Ma troppo in che senso? La donna è stata riprese dalle telecamere di sicurezza installate dai carabinieri a seguito di una denuncia. I militari hanno fatto irruzione nell’asilo per arrestarla dopo averla vista dare dei morsi ai bambini.

Uno degli investigatori ha raccontato a Il Giornale: “Nella sua lucida follia lei è convinta di quello che fa. Lo ha ripetuto più volte che i bambini hanno bisogno di essere educati con grande severità e durezza. – Continua l’investigatore – Milena Ceres ha ribadito che tutto quello che faceva, quindi anche il morso, era parte integrante di quel sistema educativo da lei applicato per stimolare la crescita dei piccoli. A quel punto abbiamo pensato che forse andava sottoposta a perizia psichiatrica“.

Sconvolti i cittadini e e l’assessore all’Educazione del Comune di Milano, Anna Scavuzzo: “Siamo sconvolti ed anche profondamente arrabbiati per la vicenda dell’asilo nido della Bicocca. Quanto accaduto tra quelle mura è inaccettabile. I servizi all’infanzia sono sempre stati un vanto della città di Milano e continueranno ad esserlo. Per questo abbiamo deciso non solo di costituirci parte civile nel processo che seguirà la chiusura delle indagini ma anche ho dato disposizioni affinchè siano intensificati i controlli in tutte le strutture private accreditate“.