Cartellino verde, in serie B premierà il fair play

Il cartellino verde è una novità introdotta nel campionato italiano di Serie B, avrà valore simbolico e premierà il fair play dei giocatori in campo. Farà il suo debutto da domani con l’anticipo della partita Spezia – Bari, diretta dall’arbitro Di Paolo di Avezzano. L’iniziative della Lega di serie B guidata da Andrea Abodi è realizzata in collaborazione con l’Associazione italiana arbitri.

Cartellino verde, in serie B premierà il fair play

Stasera, con l’anticipo di serie B, Spezia-Bari, arriva nel calcio italiano il cartellino “al contrario”, quello che premia i “buoni”: sarà di colore verde e sarà assegnato dall’arbitro a fine gara ai protagonisti di gesti di fair play. Arbitro e collaboratori, attraverso uno specifico modulo fornito dalla Lega e consegnato al delegato di Lega presente in campo, potranno assegnarlo al tesserato calciatore, allenatore o dirigente, a seguito di un gesto o un atto sportivo di fair play straordinario, manifestatosi nel corso dell’incontro, eventualmente anche a sfavore degli interessi propri e della propria squadra.

Alla fine della stagione di Serie B, chi avrà il maggior numero di cartellini verdi sarà premiato, così come alla fine di ogni mese saranno comunicati i nomi dei più “buoni”.
Un precedente simile nel calcio italiano già c’è stato, anche se su iniziativa di una sola squadra, la Fiorentina, che per promuovere il fair play nel calcio lanciò il cartellino viola. Uno dei primi fu assegnato a Simone Farina, l’ex giocatore del Gubbio che aveva denunciato un tentativo di combine rifiutando 200.000 euro per arrangiare il risultato di una partita con il Cesena.