Fabio Capello si dimette da ct dell’Inghilterra

LONDRA – Fabio Capello ha presentato le dimissioni dal ruolo di commissario tecnico dell’Inghilterra. A dare la notizia è stata una nota  della Football Association. Le dimissioni del tecnico italiano sono arrivate oggi allo stadio di  Wembley, dopo un incontro durato più di un ora con il presidente della FA David Bernstein e il segretario generale Alex Horne. Le dimissioni sono state accettate dalla Federazione inglese e hanno effetto immediato. Le cause del divorzio sono riconducibili ad un intervista rilasciata da Capello domenica alla RAI sulla decisione di togliere la fascia di capitano a John Terry (per presunti insulti razzisti del difensore del Chelsea ad Anton Ferdinand), che alla FA non sono piaciute : “Terry? non sono d’accordo sulla decisione di togliergli la fascia di capitano. Non può essere sanzionato finchè non viene giudicato dagli organi competenti”.

Queste le dichiarazioni del presidente della Football Association David Bernstein: “Vorrei sottolineare come, durante questo incontro e in assoluto durante tutto il periodo di allenatore dell’Inghilterra, Fabio si è comportato in maniera estremamente professionale. Abbiamo accettato le sue dimissioni, ritenendo che questa fosse la cosa giusta da fare. Vogliamo ringraziare Fabio per il suo lavoro con la Nazionale”. Le prime parole di Capello sono state: ” Mi è stato fatto un grande sgarbo, ledendo la mia autorità.  Ciò che mi ha colpito e costretto a prendere questa decisione è stato il fatto che il tanto decantato senso di giustizia degli anglosassoni che sono i primi a predicare che nessuno è colpevole fino a sentenza definitiva è venuto meno.”