Bari: Giuseppe Sciannimanico ucciso per una banale vendetta

Bari, Giuseppe Sciannimanico ucciso per futili motivi

BARI – Le persone al funerale del giovane Giuseppe Sciannimanico erano più di mille. Il giovane di 28 anni è stato ucciso a Bari, nella zona di Japigia, dove è stato freddato da due colpi di pistola. L’assassino è un killer freddo, che ha eseguito il suo delitto in piena regola.

Gli inquirenti intanto procedono con le indagini e ora stanno analizzando il computer e il cellulare di Giuseppe per cercare qualche indizio. Il giovane è stato ucciso nella zona residenziale di via Tenente De Liguori, praticamente isolata, buia, ma nonostante tutto il killer non ha fatto caso hai dispositivi elettronici. Infatti una telecamera di video sorveglianza ha catturato il fotogramma di un uomo che si accinge a fuggire. Ora i tecnici sono a lavoro per ripulire l’immagine.

Tuttavia pare che alla base del delitto ci siano dei futili motivi. La chiamata fatta a Giuseppe Sciannimanico per tendergli una trappola è arrivata nell’agenzia Tecnocasa dove lavorava. Il primo appuntamento preso con il killer però saltò e ne fu fissato uno nuovo martedì scorso alle 18.30. Dai tabulati telefonici gli inquirenti hanno accertato che le telefonate sono partite da una scheda telefonica intestata ad un uomo, che però risulta completamente estraneo ai fatti. Dunque chi ha ucciso il ragazzo non era certo uno sprovveduto e sa sicuramente come nascondere le sue tracce. Ad ogni modo escludono che si tratti di un killer professionista, solo di un uomo furbo che ha però agito animato da un profondo desiderio di vendetta.