Michael Schumacher: “i suoi occhi lacrimano” ma continua a lottare

I fan di Schumacher sono sempre a caccia di notizie per rimanere aggiornati sullo stato di salute del campione di Formula 1. La famiglia del tedesco Michael Schumacher è stata sempre rigida in quanto alla tutela della propria privacy, e di lui si sa quel poco che tuttavia non colma il vuoto che ha lasciato. Dopo una vita passata a collezionare successi, il pilota di F1 ora è costretto a letto a causa di un incidente sugli scii avvenuto due anni fa a Meribel, Alta Savoia.

Michael Schumacher continua a lottare

Di lui ci dà notizia Leo Turrini, il giornalista che lo ha seguito in tutte le piste del mondo e attraverso le pagine del Giorno scrive: “Tecnicamente è sveglio. Cioè apre gli occhi. Ma non sembra in grado di riconoscere l’ambiente che lo circonda, i visi delle poche persone che hanno il privilegio di incontrarlo. Resta indifferente quando sullo schermo tv appaiono le immagini di un Gran Premio di Formula Uno. Viene alimentato artificialmente ed è dimagrito tantissimo”.

Invece in un articolo di Benny Casadei Lucchi, pubblicato su Il Giornale, c’è un racconto che stringe il cuore: “Si sa solo che gli occhi a volte lacrimano, che ha lo sguardo fisso e immerso in qualcosa che forse è il vuoto assoluto oppure una gabbia da cui vede fuori e capisce molto e però non può liberarsi”.

Tuttavia il campione continua a lottare e il primo a non perdere le speranze in lui è Montezemolo che affida le sue parole alla Gazzetta dello Sport: “Direttamente da Abu Dhabi, Luca Cordero di Montezemolo ha ribadito la sua vicinanza alla famiglia, parlando alla Gazzetta dello Sport. “Rivivo quel dramma con grande tristezza, sono vicino a Corinna, Gina Maria e Mick. Anche il 3 gennaio telefonerò a Corinna per il compleanno di Michael. Seppure con questa tristezza, continuo a credere in un miracolo e conservo nella mente i momenti dei nostri trionfi. Dal trionfo in Giappone nel 2000 alle lacrime di fine ottobre 2006, quando a Monza lo vedemmo scendere per l’ultima volta da una Ferrari”.