Alta tensione tra Arabia Saudita e Iran per l’imam sciita ucciso

CronacaAlta tensione tra Arabia Saudita e Iran per l'imam sciita ucciso

Data:

L’Arabia Saudita ha deciso di interrompere le relazioni diplomatiche con l’Iran dopo che l’ayatollah Ali Khamenei ha promesso vendetta per l’esecuzione dell’imam Nimr al-Nimr, giustiziato sabato dalle autorità di Riad. In Iraq sono state attaccate alcune moschee sunnite. Lo riferiscono fonti della polizia irachena, sottolineando che potrebbe trattarsi di una ritorsione iraniana per l’esecuzione dell’imam sciita. In base alla ricostruzione fornita dalle forze della sicurezza irachena, nella notte uomini con indosso uniformi militari hanno lanciato bombe contro due moschee sunnite nella regione di Hilla a sud di Baghdad.

Alta tensione tra Arabia Saudita e Iran per l'imam sciita ucciso

Il ministro degli Esteri saudita ha annunciato ieri sera l’interruzione dei rapporti diplomatici tra Riad e Teheran dopo gli attacchi sferrati dall’Iran per l’esecuzione dell’imam sciita Nimr al-Nimr, accusato di terrorismo dalle autorità saudite.
Il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Hussein Jaber Ansari, oggi, durante una conferenza stampa, ha sostenuto che l’Arabia Saudita ha deciso di interrompere i rapporti diplomatici con l’Iran per nascondere i problemi interni al Regno. Riad è stata quindi accusata di fomentare tensioni e conflitti nella regione, ricordando la guerra che dal 26 marzo scorso si sta combattendo nello Yemen, dove l’Arabia Saudita guida una coalizione militare araba contro i miliziani sciiti houthi sostenuti dall’Iran. L’obiettivo finale di Riad, prosegue Ansari citato dall’agenzia di stampa Irna, è quello di smontare la sicurezza e la stabilità regionale.

Quindi la tensione resta alta tra i due Paesi e potrebbe creare ulteriori conflitti in Medio Oriente tra i sunniti, sostenuti da Riad e gli sciiti sostenuti da Teheran.
Un civile è stato ucciso e un bambino di otto anni è rimasto ferito dopo che uomini armati hanno aperto il fuoco contro la polizia ad Awamiya, villaggio natale di al-Nimr in Arabia Saudita.
Le autorità iraniane hanno annunciato che per l’assalto all’ambasciata saudita a Teheran sono state arrestate 40 persone.
Il governo di Riad ha evacuato i propri diplomatici dalla capitale iraniana e ha invitato quelli iraniani a lasciare il Regno dell’Arabia Saudita entro 48 ore.

 

Share post:

Altre storie

Seguici su

50,320FansLike
527FollowersFollow
7,000SubscribersSubscribe

Leggi anche
Altre storie

Bologna, tragico incidente stradale: morta una 27enne

Tragico incidente stradale oggi registrato nella provincia di Bologna...

Scuola, bimba si sente male: inutile la corsa in ospedale

Ha incominciato ad avvertire un malore mentre ero a...

Zelensky, disponibile a un accordo: una pace senza la Crimea

Zelensky si apre a prospettive di accordo purché la...

Roma, due sorelle anziane muoiono sole in casa

Roma. Trovate morte in casa, le due sorelle di...