Elezioni, scontro tra Berlusconi e Grillo, Renzi: “No pagliacciate”

elezioni-berlusconi-grillo-renzi

Si fanno aspri gli scontri in vista delle elezioni europee. Berlusconi e Grillo s’insultano a vicenda. Intanto Renzi dice che non ci sta. “Non abbiamo bisogno di show e pagliacciate al Parlamento europeo: non abbiamo bisogno di salire sul tetto“. Abbiamo bisogno di “serietà“, di “persone preparate che portino avanti gli interessi dell’Italia“. Questo è quanto ha detto Matteo Renzi a Rtl. Il premier ha chiarito che “la legittimazione” del governo “non arriva dalle elezioni europee“, anche perché “il presidente del Consiglio è eletto dal Parlamento non dal popolo“. Per questo è chiaro che “da lunedì non cambia niente per il governo italiano perché la formazione del Parlamento resta la stessa di ora. Anche se il Pd arrivasse primo alle europee, ipotesi alla quale io credo, non cambierebbe niente neanche in positivo” ha detto Renzi aggiungendo che se anche il Pd  “arriva primo è più forte la nostra forza a livello di Europa“.

Il premier ha continuato: “Grillo e Berlusconi se le stanno dicendo di tutti i colori e io li lascio fare perché noi abbiamo da governare, loro possono passare il tempo a insultarsi quanto vogliono“.  “Se vogliono darsi di Hitler e dintorni facciano, è un problema loro. Mi fanno anche tristezza, ma io governo“, aggiunge. Poi Renzi conclude invitando i cittadini ad andare a votare. “Da presidente del Consiglio dico: andiamo a votare perché se non votiamo l’Europa non si occupa di noi“.