Giovanni Traina, 18 anni, annuncia la sua morte su Facebook

GIOVANNI TRAINA E LA SUA MORTE ANNUNCIATA SU FACEBOOK – La notizia è scioccante, annuncia (se così si può dire, ndr) la sua morte sul social network facebook. Sono queste le ultime parole pubblicate da Giovanni Traina sul suo stato di FB: “Ciao a tutti quelli che mi hanno veramente voluto bene. Vi voglio bene ♥”. Poteva sembrare uno scherzo, e ha così suscitato i commenti irritati dei suoi amici che non volevano scherzasse in questo modo con frasi del tipo “Finiscila di fare il cretino, vieni in chat ti devo parlare”, “Giovà fai il serio” e Giovanni risponde:sono serioe l’amico ribatte:Ma non scrivere certe cavolate su sto m… di Fb e ancora il 18enne controbatte:Vabbè questo lo so, mi ha stufato anche Facebook”. Il botta e risposta continua per un po’ ed il suo amico scrive: “La vita è bella. Sei ancora nel fiore della vita, goditela e non pensare a nulla”, ma Giovanni Eh già questo lo so. Ma il mondo va a rotoli… fra un paio d’anni dove e come ci ritroveremo,.. nessuno lo sa“.

Il suo stato ha raccolto 36 mi piace, ma ieri, verso le 23, si è trasformato in dramma: il ragazzo aveva appena 18 anni e frequentava il IV anno dell’istituto tecnico commerciale  “Leonardo Sciascia” con l’hobby del Dj, si è impiccato nel garage della sua abitazione a Porto Emepdocle (Agrigento). Il padre della vittima fa l’impiegato e la madre casalinga. Giovanni ha anche una sorella maggiore e sembrava non avere nessun problema di tipo scolastico, infatti, secondo le ricostruzioni della polizia, il ragazzo nelle ultime settimane soffriva di depressione per la rottura del suo rapporto sentimentale con la fidanzatina, una relazione che andava avanti da un paio di mesi.

Tuttavia è assurdo, amici e parenti non possono credere che Giovanni abbia commesso un gesto del genere. Per via della sua attività di Dj era abbastanza conosciuto in paese e dopo la sua morte alcuni amici hanno continuato a rispondere al suo stato e alle altre due frasi che il giovane ha lasciato prima di togliersi la vita: “Un giorno ti sembra di essere la persona più felice al mondo, e il giorno dopo invece sembra che ti sia crollato il mondo addosso“. Dopo la tragedia, alcuni amici, hanno commentato così: “No giovà no giovà fratellino mio che hai fatto?”, “Leggere questo stato adesso ha un altro senso. Non posso credere che hai fatto la cazzata più cazzata di questo mondo. Mamma mia, sto male a pensarci … che dio ti dia quello che questo inferno di mondo non ti ha dato”.