Protesta contro Monti, imprenditore sul tetto della basilica del Vaticano

Ha lanciato la sua protesta contro il governo Monti l’imprenditore triestino che ha dormito sulla cupola di San Pietro, nella sede del Vaticano a Roma. Marcello De Finizio dopo essere entrato a San Pietro in veste di normale turista, dalle 17 di ieri si è arrampicato sul tetto della basilica e attraverso una finestra della cupola si è posizionato su una piccola sporgenza da cui ha esposto uno striscione che riporta la seguente dicitura: “Help!!! Basta Monti, basta Europa, basta multinazionali. Ci state ammazzando tutti. Sviluppo??? Questa è solo macelleria sociale”. E’ intervenuta la gendarmeria vaticana che ha repentinamente sollecitato l’intervento dei vigili del fuoco, ma l’uomo è irremovibile.

Marcello Di Finizio è il titolare di un locale che si trova sul lungomare di Trieste. Circa due mesi fa si era già cimentato nella scalata della cupola di San Pietro con l’analogo fine di protestare alla direttiva europea Bolkestein che impone di mettere all’asta le concessioni in riva al mare entro il 2015, ma adesso sembra deciso a non mollare per far sentire viva e forte la sua voce.

Dal Vaticano si apprende che Di Finizio ha avuto dei colloqui telefonici con i ministri italiani Piero Gnudi e Enzo Moavero che però non sono riusciti nell’intento di convincerlo a scendere dal tetto. L’uomo comunica:  “Non sono un pazzo suicida, sono solo disperato. Scenderò solo se il governo  si impegna a convocare subito un tavolo con i rappresentanti dei balneari. Questa storia deve finire, l’Italia deve ripartire”.