Frecciarossa: uomo colpito da infarto nel treno partito da Torino

Un uomo di 56 anni è morto d’infarto a bordo del treno Frecciarossa partito da Torino e diretto a Roma. L’uomo, secondo quanto riportato da ‘La Repubblica‘, si sarebbe sentito male subito dopo esser salito a bordo del treno, accasciandosi a terra prima di raggiungere il suo posto a sedere. I passeggeri, hanno provveduto immediatamente a cercare un medico a bordo del treno e, oltre ad aver cercato nella valigetta dell’uomo qualche medicinale, hanno subito avvertito il capotreno il quale aveva nella valigetta di primo soccorso solo qualche garza e del disinfettante.

Una volta appurato che si trattava di infarto, due medici hanno cercato di rianimare l’uomo seppur senza defibrillatore e Trenitalia ha tenuto a precisare che il regolamento non prevede che il treno ne sia provvisto. I passeggeri hanno dichiarato che il treno si sia fermato a Rho Fiera 40 minuti dopo la prima segnalazione del malore dell’uomo, dove un’ambulanza attendeva l’arrivo del treno. A nulla sono valsi i soccorsi dal momento che il 56enne è morto mentre veniva trasportato in ospedale. Secondo quanto riferito da Trenitalia, invece, il capotreno sarebbe stato avvertito del malore dell’uomo alle 17.03 e alle 17.22 il treno era fermo alla stazione di Rho dove c’era l’ambulanza che ha soccorso l’uomo.