Laura Antonelli in un biglietto: Avvisate Lino Banfi e Claudia Koll

laura-antonelli

La diva di Malizia è morta. Laura Antonelli, l’attrice di 73 anni è stata trovata cadavere dalla bandante a Ladispoli, vicino Roma. Accanto a lei un biglietto: “Avvisate Lino Banfi e Claudia Koll“, pare gli ultimi amici veri della regina dei film erotici anno Sessante e Settanta. Di Laura Antonelli, in qualche modo, la legheremo sempre a quell’immagine di bellissima donna nella sua vestaglietta succinta che ha fatto girare la testa a milioni di italiani. La diva ha conosciuto anche il lato oscuro del successo: in primis la vicenda giudiziaria che la vedeva coinvolta: all’interno della sua abitazioni furono trovati diversi grammi di cocaina. Il processo andò avanti per anni fino ad essere assolta e risarcita. Ma da quella serie di accaduti la Antonelli non si è mai ripresa del tutto, cadendo di conseguenza in depressione dopo aver subito un intervento chirurgico andato male che le deturpò il viso.

Nella sua carriera ha lavorato con Giuseppe Patroni Griffi, Luchino Visconti, Salvatore Samperi, Dino Risi eLuigi Comencini. Intanto si cerca di rintracciare suo fratello, Claudio, un parroco: racconta l’assessore ai servizi sociali del Comune di Ladispoli Roberto Ussia: “Stiamo cercando di rintracciare il fratello che vive in Canada”.

Una delle donne più belle al mondo è caduta nel tunnel della disperazione, una controversa faccia del successo che l’ha portata a isolarsi da tutto e da tutti fino a trovare una via di salvezza nella fede.