Barbara D’Urso querela Selvaggia Lucarelli per diffamazione

Barbara D’Urso proprio non ne può più: la conduttrice di Pomeriggio Cinque e Domenica Live si vede spesso costretta a dover ricorrere alla giustizia a causa di diffamazioni a suo carico da parte di giornalisti e personaggi pubblici. L’ultima protagonista di questa vicenda è l’irriverente Selvaggia Lucarelli che, il 31 gennaio del 2014, pubblicò uno stato su Twitter considerato molto offensivo dalla povera Barbara D’Urso.

Barbara D'Urso querela Selvaggia Lucarelli per diffamazione

Barbara D’Urso: Selvaggia Lucarelli la diffama su Twitter

Il post su Twitter che avrebbe diffamato Barbara D’Urso risale al lontano 31 gennaio 2014 dopo una comparsa della conduttrice a Le Invasioni Barbariche e recitava così: “L’applauso del pubblico de Le Invasioni alla d’Urso ricordava più o meno quello alla bara di Priebke“. Come è possibile leggere dal comunicato di fine indagini, questa frase avrebbe offeso la dignità della signora della tv “accostandola al noto nazista Erich Priebke, responsabile dell’eccidio delle Fosse Ardeatine e lasciando così intendere che l’ospite televisiva avesse suscitato una reazione di sdegno da parte della maggioranza del pubblico, con la contemporanea approvazione soltanto da parte di uno sparuto manipolo di fanatici“.

Le indagini preliminari a carico della Lucarelli sono state archiviate nell’attesa del rinvio a giudizio a seguito della querela della presentatrice napoletana alla blogger. Selvaggia non è nuova a cose del genere: nel maggio 2015 è stata accusata di essere entrata nelle caselle postali digitali di Mara Venier, Elisabetta Canalis ed altri vip famosi e, per questo, è stata rinviata a giudizio per concorso in intercettazione abusiva, accesso abusivo a sistema informatico e violazione della privacy. Quanti altri guai con la giustizia dovrà avere la Lucarelli prima di rendersi conto che c’è un limite a tutto?