Christian Vieri oggi: l’ex bomber presenta il suo libro

Christian Vieri, ex calciatore dell’Inter ed ora imprenditore a Miami ha, recentemente, lanciato la sua prima autobiografia. Un vero e proprio diario intitolato Chiamatemi Bomber dove l’uomo ha scritto tutto, ma proprio tutto, della sua vita e del suo passato da calciatore. Molte cose sono state censurate dall’editore e dall’agente ma, c’è da scommettere, che dopo la presentazione del lavoro a Vanity Fair, il lavoro sarà sicuramente molto interessante: un Christian Vieri inedito si scorge tra le pagine da lui scritte.

Christian Vieri oggi: l'ex bomber presenta il suo libro

Christian Vieri oggi: la vita dell’ex bomber

Nella sua intervista al giornale, Christian Vieri parla di tutti i temi trattati nel libro, dall’amore per Elisabetta Canalis al suo rapporto con Moratti:

Nella vita ho avuto solo due fidanzate importanti: Sono stato tre anni con Elisabetta (Canalis) e cinque con Melissa (Satta). La fedeltà mi è pesata soprattutto all’inizio, infatti è stata più Elisabetta a incazzarsi, e quanto: mi inseguiva in strada per pestarmi. Sei famoso, vai in giro, hai tantissime tentazioni. A volte riesci ad essere bravo, a volte no. (..) E’ apparsa a Striscia ed è stata una visione, ero imbambolato. Ho chiesto al mio amico Ciccio Colonnese di aiutarmi a conoscerla: fortuna ha voluto che lui fosse amico di Iacchetti, interista sfegatato. In quei tre anni, i paparazzi non ci hanno mollato un attimo. Nemmeno le spie dell’Inter, ma questo l’ho saputo dopo. (..) Elisabetta credo di averla esasperata, mi fece anche la fiancata della mia nuova Porsche Cayenne con la chiave”.
“Moratti.. “Non l’ho mai più visto. Io le cose gliele ho sempre dette in faccia. Se vuoi sapere che cosa faccio la sera me lo chiedi, non mi fai pedinare. (..) All’Inter ho dato tutto e Moratti mi ha profondamente deluso. Perchè l’ha fatto a me? A quello che per sei anni gli ha fatto quasi un goal a partita? Che quando eravamo nella mer*a, usciva al posto suo a parlare con i giornalisti? Io un’idea ce l’ho, ma non la dirò mai”.