Rocco Siffredi vuole insegnare nelle scuole

Rocco Siffredi ha scritto una lunghissima lettera  a Stefania Giannini, attuale Ministro dell’Istruzione, nella quale ha chiesto esplicitamente di entrare nelle scuole italiane per rispondere a tutte le domande dei ragazzi. E’ proprio la sua esperienza di attore nel mondo a luci rosse a consentirgli di soddisfare ogni minima curiosità ed è su questo semplice principio che si basa la missiva. Le parole di Rocco hanno fatto il giro della rete, diventando una petizione che in tantissimi hanno firmato. Si attende risposta dalla Ministra.

rocco siffredi scuola

“Il dialogo, l’ascolto, l’apertura mentale sui temi del se**o sono in Italia ancora lontani. Il se**o è in Italia ancora tabù, mentre in molti avrebbero bisogno di parlarne, aprirsi, essere ascoltati e ricevere risposte. Tanti giovani avrebbero voglia di soddisfare le proprie curiosità ma non sanno a chi rivolgersi. L’educazione se**uale è obbligatoria in tutti i paesi dell’Unione tranne che in Italia, Bulgaria, Cipro, Lituania, Polonia, Romania e Regno Unito. In Italia contiamo decenni di proposte sull’educazione se**uale e nessuna legge. Non esiste una legge, dunque, nonostante ci sia richiesta di formazione.

Sono un fiero attore e regista, protagonista di quasi 2000 film girati da attore e 450 da regista e fin da giovanissimo ho voluto dedicare la mia vita al se**o. In occasione della giornata mondiale dell’orga**o (22 dicembre), voglio lanciare questo appello, perché il se**o è una cosa bellissima. Ci metto la faccia e l’esperienza, offro la mia completa disponibilità a visitare le scuole italiane e a farmi promotore in prima persona di questa iniziativa.Perché proprio io? Perché faccio il mio lavoro da 30 anni e ho acquisito abbastanza esperienza per assicurare che quello che faccio io non è educazione se**uale, bensì altro, po**ograIfia appunto. I ragazzi hanno il diritto di aprirsi, fare domande, avere risposte, ricevere una formazione su una delle cose più belle e importanti nella vita. #cipensarocco #Cometogether”, così ha parlato Siffredi.