Incidente stradale, scontro frontale a Lecce: una vittima

L’ennesima tragedia stradale in Italia. Dopo il grave incidente avvenuto proprio la mattina di Natale sull’A14, in prossimità dell’uscita del casello a Nord di Rimini, anche a Lecce un ragazzo di appena 22 anni ha perso la vita. Lo scontro frontale che ha provocato una vittima è avvenuto a Nardò, intorno alle 22:30 di ieri sera nel Salento, lungo la strada provinciale 312 che collega Taviano a Casarano.

Incidente stradale a Lecce il giorno di Natale

Il nome del ragazzo deceduto poco dopo l’impatto è Carlo Guagnano, viaggiava a bordo della sua auto, una Fiat Punto, insieme ad altre due persone. Lo scontro è avvenuto frontalmente con un’altra vettura, una Renault Twingo, che si muoveva in senso opposto. L’impatto è stato così forte che il motore della Fiat è addirittura schizzato fuori dalla macchina.

Le cause del violento impatto sono ancora da accertare, sul luogo oltre ai sanitari del 118 sono arrivati anche i carabinieri di Casarano ai quali sono state affidate le indagini. Per estrarre i corpi dei giovani dalle lamiere del mezzo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco e soccorritori avvertiti dai passanti che hanno assistito all’incidente. Guagnano era ancora vivo quando è stato estratto dalla vettura, ma è morto nel giro di poche ore una volta arrivato in ospedale.

L’incidente ha provocato anche gravi feriti: si tratta una ragazza di 18 anni che era a bordo della stessa auto e che ora si trova nel reparto rianimazione, mentre un altro ragazzo, un 21enne di Levarano è stato ricoverato a Gallipoli. Particolarmente gravi sono le ferite riportate anche dai due ragazzi che si trovavano nella Renault Twingo, trasportati entrambi all’ospedale di Casarano; per fortuna non sono in pericolo di vita. Intanto i giovani sono stati tutti sottoposti ai controlli per verificare l’assunzione eventuale di alcol o stupefacenti.