Isis, ucciso in Iraq uno dei vice del califfo al Baghdadi

Nuovo colpo inferto ai vertici dell”Isis. In Iraq è stato ucciso a Barwana, nella provincia di Anbar, durante un raid dell’Air Force irachena, Assi Ali Mohammed Nasser al-Obeidi, uno dei vice del califfo Abu Bakr al Baghdadi. La Cnn è stata la prima a riportare l’accaduto in occidente. La notizia della morte dell’ex comandante di brigata delle Forze speciali di Saddam Hussein è attribuita a fonti del ministero della Difesa iracheno, figura anche sul sito “Iraqinews.com“, leale al governo di Baghdad.

Isis, ucciso in Iraq uno dei vice del califfo al Baghdadi

nasser al-Obeidi era il secondo vice di Abu Bakr al Baghdadi, l’autoproclamato califfo del sedicente Stato Islamico. In passato era stato comandante di brigata della Guardia Repubblicana, corpo speciale del regime di Saddam Hussein. Arrestato durante l’invasione americana, era evaso dal carcere di Abu Ghraib. Secondo quanto riportato da un portavoce del comando delle operazioni congiunte iracheno, l’uomo era diventato uno dei più importanti comandanti militari del Califfato, attivo nell’ovest dell’Iraq e in Siria.

La notizia dell’uccisione di al-Obeidi segue di tre giorni le informazioni secondo cui un altro vice del capo dell’Isis e suo più stretto collaboratore, Abu Mohammed al-Adnani, conosciuto come il portavoce del Califfato, sarebbe rimasto ferito gravemente nel corso di un raid aereo. Nelle ultime settimane la coalizione anti-Isis guidata dagli Stati Uniti ha annunciato, attraverso il portavoce steve Warren, che sono state portate a termine diverse uccisioni di capi militari dell’Isis. Tra questi anche Souleyman, legato agli attentati di Parigi.