Beatles Next Generation

Beatles Next Generation è l’idea venuta a James McCartney, unico figlio maschio di Paul, che insieme a Sean Lennon, Dahni Harrison e Zack Starkey (figlio di Ringo) vorrebbe rifondare la band che portò i loro genitori all’apice del successo mondiale.
Come James anche gli altri figli dei Fab Four hanno seguito le orme dei padri: Sean Lennon vive a New York e ha pubblicato diversi dischi, Dhani Harrison ha fondato un suo gruppo, ”thenewno2” e Zak Starr suona la batteria in vari gruppi.
Interesatissimi all’operazione sono Sean, il figlio di John, che pur avendo sfornato qualche album, riproponendo anche veri e propri lungometraggi musicali di beatlesiana memoria, è sempre rimasto in un soffuso anonimato e lo stesso discorso vale anche per Dhani, il figlio di George.
Di tutt’altra idea è Zak, non a caso lui è tra i batteristi più apprezzati del Regno Unito e non ha bisogno di quella che sembra una banale operazione commerciale, vantando un curriculum di tutto rispetto.
Il figlio di Ringo, infatti, ha iniziato a suonare in una piccola band chiamata The Face, per poi inseguire il sogno di diventare il batterista degli Who,orfani da tempo di Keith Moon, realizzato nel 1996, dopodiché è passato agli Oasis, quando Alan White ha lasciato i Gallagher, e poi ancora con Johnny Marr degli Smiths, con gli Iron Maiden e di nuovo, in pianta stabile, negli Who.
Il progetto ha già un nome ‘Beatles Next Generation‘, anche se si rivelerà un fiasco, semmai dovesse andare in porto, resta comunque un’idea simpatica, visto che tutto ciò che riguarda i Beatles provoca sempre un forte interesse.