Divorzio Berlusconi-Lario: mantenimento di 3 milioni di euro al mese

divorio-berlusconi-larioEcco cosa significa sposare Silvio Berlusconi. Il divorzio con la sua ex moglie, Veronica Lario, frutterà a quest’ultima 3 milioni di euro al mese, vale a dire 36 milioni all’anno e 100mila euro al giorno. Dopo un tira e molla durato circa tre anni, viene depositata, a Natale, la sentenza di separazione non consensuale.

Tuttavia l’ex moglie, dell’ex premier, uscirà dalla causa senza proprietà immobiliari. La villa di Macherio resterà a Berlusconi, d’altronde la Lario aveva lasciato l’abitazione da ormai due anni: «il Cavaliere manterrà la proprietà della villa di Macherio, che secondo le stime vale 78 milioni, e non vedrà modificato il perimetro societario del proprio impero».

Il secondo dato importante, come riportato dal Corriere della Sera, circa la sentenza di divorzio è che entrambi i coniugi hanno rinunciato a chiedere: «la separazione con addebito» all’altro coniuge di «un comportamento cosciente e volontario contrario ai doveri nascenti che derivano dal matrimonio», come «la violazione del dovere di fedeltà coniugale». Un esito scontato visto il presupposto con il quale era partita la separazione.

In fin dei conti questo divorzio resta di tipo ‘non consensuale‘, ma nel massimo rapporto civile, continua il Corriere della Sera. Beh è normalissimo lasciarsi con la massima civiltà con una separazione che frutta un assegno di mantenimento di 100mila euro al giorno… Comunque sia l’accordo di massima potrà sempre essere modificato nel momento in cui i coniugi lo desiderassero, in conseguenza ai paletti minimi fissati ora dal Tribunale con la sentenza.

Sottolineiamo che inizialmente la proposta di mantenimento avanzata dagli avvocati della Lario a quelli di Berlusconi era di circa 43 milioni di euro l’anno. Ma i legali di Berlusconi declinarono l’offerta per controbattere un misero300mila euro annui‘. Un’offerta dieci volte inferiore a quella che gli veniva richiesta. Alla fine le proposte della Lario sono state ‘quasi‘ accontentate con circa 7 milioni di euro in meno ogni anno.
A questo punto, dopo il divorzio, non è da escludere un terzo matrimonio per Silvio Berlusconi con la giovanissima 28enne Francesca Pascale, che da telecafona diventerà la nuova First Lady del futuro candidato premier.