Caccia russo abbattuto dopo aver sconfinato dalla Siria in Turchia

Caccia russo abbattuto in Turchia dagli F-16 di Ankara dopo che dalla Siria aveva sconfinato nel loro spazio aereo nel distretto di Yayladag, nella provincia sudorientale di Hatay. Ma Mosca nega.

su24

Caccia russo abbattuto dagli F-16 turchi, aveva sconfinato.

Un caccia russo Sukhoi 24,  impegnato nei bombardamenti in Siria è stato abbattuto dagli F-16 di Ankara dopo che dalla Siria aveva sconfinato nello spazio aereo turco.
La Difesa russa insiste sul fatto che l’aereo, che viaggiava a 6000 metri d’altezza, fosse in territorio siriano. I turchi invece – la cui decisione di abbatterlo sarebbe arrivata direttamente dal primo ministro Ahmet Davutoglu e dopo “diversi avvertimenti” (almeno 10) – dicono che il velivolo aveva violato lo spazio aereo turco.

Il caccia russo si è schiantato in Siria nei pressi di un villaggio turcomanno tra le montagne, dove da alcuni giorni sono in corso raid aerei russi e siriani.
I due piloti che si trovavano a bordo sono riusciti a paracadutarsi fuori dal veicolo prima dell’impatto.
Uno è dato per disperso, mentre l’altro si troverebbe nelle mani dei ribelli.

La Turchia avvierà ora le consultazioni direttamente con la Nato e l’Onu sulla situazione.
Un episodio che apre nuovi e inevitabili conflitti diplomatici fra i due Paesi ed è destinato a dar vita a nuove polemiche sulla presenza dell’intervento russo in Siria e sugli “sconfinamenti” dei jet militari russi.