Amici 2016: Alessandra Celentano parla dell’amicizia con la Titova

Amici 2016 è ripartito alla grande: ogni giorno va in onda il daytime condotto da Stefano De Martino e Marcello Sacchetta che segue la vita quotidiana degli allievi nella scuola, mentre il sabato pomeriggio ecco che Maria De Filippi intrattiene i telespettatori con gli esami e le sfide che i ragazzi devono affrontare per arrivare al serale ed aggiudicarsi la vittoria. Molte sono le novità di questa edizione di Amici 2016 come Marco Maccarini e Natalia Titova tra il corpo insegnanti ma c’è una maestra che nessuno può sostituire: la terribile Alessandra Celentano. Amata ed odiata, questa è una delle personalità più autorevoli del programma.

Amici 2016: Alessandra Celentano parla dell'amicizia con la Titova

Quanti ragazzi ha fatto piangere Alessandra Celentano con i suoi giudizi severi ed imparziali? La docente di Amici 2016 ne ha fatto perdere il conto ed è famosa soprattutto per la criticità con cui squadra gli alunni della scuola. In un’intervista a Top, la maestra parla della sua esperienza al talent e dell’amicizia nata con la nuova collega Natalia Titova:

Ogni anno, per me, è come se cominciasse un’avventura del tutto nuova. Io sono sempre per la novità. Certo, io e Natalia veniamo da mondi diversi, eppure il nostro tipo di approccio al lavoro è molto simile. La Titova, come me, è molto esigente, e andiamo molto d’accordo. Tra di noi è nata un’amicizia fatta di stima e affetto. Mi diverto a chiamarla ‘Grande Capo’ perché è dotata di un carisma pazzesco, non solo quando è in tv“.

La Celentano, istituzione di Amici 15, si sbottona anche per quanto riguarda la sua vita privata e sentimentale:

La maggior parte del mio tempo lo dedico ad Amici. Dopodiché mi dedico ai miei quattro ‘bambini pelosi’, i miei amati cagnolini: è sempre una gioia abbracciarli dopo esser stata a lavoro. Conduco una vita tranquilla, ogni tanto esco con gli amici. Non sento la necessità di viaggiare, perché l’ho fatto tanto in passato per lavoro. Naturalmente mi piace occuparmi anche della mia famiglia d’origine. Non ho ancora incontrato l’uomo della mia vita. Beninteso, però, non ho chiuso nessuna porta all’amore: se dovessi incontrare la persona giusta, ben venga! Per intenderci, non sono una zitella incallita! Sono una che non si accontenta, d’altra parte so stare bene anche da sola. Se incontro un uomo che mi fa tornare la voglia di fidanzarmi, bene. Altrimenti sto bene lo stesso“.