Equitalia: attenzione alla mail truffa per rubare i vostri dati

La truffa sembra essere attiva a Padova e provincia. E’ una mail creata ad hoc che i sistemi di posta elettronica non riescono a filtrare come spam. Le segnalazioni di utenti preoccupati per le mail che hanno come mittente “Equitalia” sono state rese note dal direttore di Artigianfidi Padova e presidente dell’Upi (Unione provinciale imprese), Fabio Di Stasio. Si tratta di e-mail fasulle che Di Stasio consiglia di aprire.

Email truffa Equitalia

È un fenomeno presente da tempo – avverte Di Stasio – ma nelle ultime settimane è diventato addirittura preoccupante. Un mio cliente, allarmato, ne ha ricevute tre solo lunedì ed un rapido giro di telefonate tra colleghi mi ha confermato che si tratta di un attacco senza precedenti alla buona fede della gente.

Tuttavia la tentazione di aprire l’allegato è forte soprattutto se alla parola Equitalia è associato il nostro nome, ma dovete desistere, si tratta di pishing. L’azienda dal suo canto dichiara di essere estranea all’invio di questo tipo di email con avvisi di pagamento e raccomanda tutti di eliminarla senza scaricare in alcun modo l’allegato. Queste tipo di truffe servono solo a rubare i dati dei destinatari, infatti Fabio Di Stasio dichiara: “So che Equitalia ha avuto conferma dal Cnaipic (Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche), l’unità specializzata della Polizia Postale, che in questi giorni è in atto una nuova campagna di phishing, cioè di tentativi di truffa informatica architettati per entrare illecitamente in possesso di informazioni riservate”.