11.4 C
Napoli
martedì, Novembre 30, 2021

Apple le prime minacce: un virus chiamato ‘Flashback’

Le storie pi lette

Il primo ‘worms‘ che striscia nella mela di Cupertino. Stiamo parlando della prima vera minaccia di virus per la Apple, che prende il nome di ‘Flashback‘ in grado di colpire il sistema Macintosh.

Dr. Web, la società specializzata in antivirus, ha lanciato l’allarme in settimana confermato poi dalla Kapersky. Si parla quindi di 600 mila Mac colpiti che sarebbero entrati loro malgrado a far parte di una ‘botnet‘, una rete di computer ‘zombie‘. Per rendere l’idea ‘Flashback‘ è un ‘cavallo di Troia‘, ovvero un tipo di virus informatico – detto malware – che cattura le password e altri dati personali che consente agli hacker di effettuare i loro crimini informatici e prendere il controllo del computer all’insaputa del proprietario.

Il virus, in realtà, già si è manifestato precedentemente. Per essere precisi alla fine di settembre scorso come un falso componente ‘plug-in’ di Flash che già da tempo, Apple, ha smesso di inserire nei propri Mac. Attualmente, il virus, si è sviluppato sotto forma di codice Java, che serve a far funzionare i giochi online come Minecraft ed altri.

La Microsoft, dal suo canto, comunica che il Mac infetto da questo virus, non sarebbe in grado di far funzionare il pacchetto Office 2004, qualora fosse installato sulla macchina.

Tale problema non si presenta con le altre versioni e tuttavia paragonati ai milioni di PC venduti con sistema operativo Windows, l’attacco è stato nettamente inferiore con una percentuale dell’1%, circa 600 mila Mac rispetto ai 12 milioni di PC attaccati nel 2009. Comunque sia l’attacco per Apple è cresciuto se si prende in considerazione il mercato dell’ultimo trimestre 2011 e la percentuale sale al 12%. Inoltre il malware attacca in modi diversi, ad esempio l’anno scorso si spacciava come falso antivirus MacDefender.

Attualmente bisogna dire che il virus attacca sfruttando i ‘buchi‘ del codice Java, e l’utente che entra in siti infetti può rischiare di essere contagiato, in quanto il malware si auto-scarica e auto-installa. A tal proposito Apple ha rilasciato già due aggiornamenti per eliminare la minaccia.

Tuttavia chi già l’ha beccato vorrà liberarsene e potrà farlo tramite F-Secure, una procedura consigliata solo agli esperti. Flashback quindi è riuscito ad infastidire i computer della Mela, e dalla crescita del mercato di Cupertino sarà inevitabile il crescere di altre minacce come questa.

Altre storie

Potrebbe anche interessarti

Alex Zanardi, condizioni gravi ma stabili: campione non mollare!

Alex Zanardi, condizioni gravi ma stabili: campione non mollare!

0
L'Italia in apprensione per il suo campione: Alex Zanardi. L'ex pilota di Formula 1 coinvolto ieri in un incidente mentre correva sulla sua handbike....
Coronavirus, contagi in Italia e nel mondo aumentano

Coronavirus, contagi in Italia e nel mondo aumentano

0
Il numero dei contagi da Coronavirus in Italia continuano a salire. Sono circa 31506 le persone contagiate dal virus Sars-Cov-2 e le vittime 2.503....

Ultimi articoli